Tre punti e l’accesso matematico ai play off per il secondo anno consecutivo. È ricco il bottino delle cinovine di Davide Di Nardo che rincasano dalle veronesi di Cerea più che vittoriose. Questo C9 Pregis non accenna a mollare e nonostante l’importante traguardo appena raggiunto prosegue imperterrito la propria conclusione di stagione con un’obiettivo ancor più ambizioso: quello di essere tra le migliori due seconde classificate tra tutti i gironi di B2. Un traguardo che darebbe modo alle rivane di affrontare i play off con una settimana di riposo in più e aumentare le possibilità di buona riuscita. «È andata molto bene - racconta Di Nardo - e siamo tutti molto contenti. Tre a zero in casa Isuzu Cerea non era sicuramente un risultato scontato, ma ce lo siamo guadagnati». Una partita tutt’altro che semplice, ricca di emozioni, fatiche, colpi di scena e tanta, tanta determinazione. «Questo tre a zero ce lo siamo guadagnati facendo una bella rimonta nel secondo set, quando le abbiamo dovute inseguire nel loro momento migliore in cui avevano quasi ipotecato il set». Per il C9 Pregis una partita tra luci ed ombre, non perfetta, ma molto concreta. «Non siamo stati perfetti nel primo set - ha ammesso il mister - Ci sono state sviste in attacco e ricezione, ma fortunatamente il lavoro di squadra ha permesso di sopperire a qualche calo individuale. Nel secondo set loro hanno invertito due ruoli in campo. All’inizio sono andate sotto perché noi in battuta abbiamo lavorato bene, poi però, Cerea ha recuperato grazie a un nostro cambio di intensità in battuta. Le abbiamo lasciate ricevere con troppa facilità e in difesa non siamo riusciti a metterci la giusta lucidità». Quando tutto sembrava perduto, sul 23 - 19 per loro è iniziata la rimonta e la prova di coraggio del C9 Pregis. «Siamo andati punto a punto - spiega Di Nardo - e nonostante qualche errore l’abbiamo spuntata 32 a 30. Questo colpo Cerea lo ha sentito parecchio e nel terzo set non aveva più la giusta concentrazione. Noi siamo rimasti lucidi e abbiamo preso un gran margine. Ho fatto entrare Mattiace, Raffaelli e Pellegrini che hanno giocato molto bene». Tre punti da un campo difficile e insidioso. Tre punti che valgono l’accesso matematico ai play off per il secondo anno consecutivo. Un traguardo ragguardevole, meritato e sudato set dopo set, partita dopo partita, rimonta su rimonta, trasferta su trasferta. «Siamo contenti perché siamo ai play off per il secondo anno consecutivo - annuncia sollevato Di Nardo -. Non abbiamo festeggiato più di tanto perché ci sono ancora due partite da vincere e vogliamo rosicchiare ancora qualche punto alle altre seconde degli altri gironi. Questo ci permetterà di arrivare tra le migliori due dei play off e quindi riposare una settimana in più. Siamo concentrati sull’obiettivo. Ora ci aspettano due settimane toste contro due squadre toste». Ancora una volta il C9 Pregis ha dimostrato di essere una squadra tecnicamente preparata con un’infinita dose di coraggio e determinazione. Una ricetta unica e potente per affrontare qualsiasi tipo di sfida!

Forza C9 Pregis! Forza ragazze!
#Dipendesolodanoi

Il 13 aprile, nella nuova casa C9, ha avuto luogo l’estrazione dei biglietti che si aggiudicano i 21 super premi in palio quest’anno. Qui di seguito l’elenco dei numeri vincenti, iniziando dal più atteso ovvero dal n. 8419 che assegna il primo premio, una bellissima bicicletta elettrica offerta da Leoni Cicli. Al 882 tocca la Crociera per 2 persone di quattro giorni targato Garda Viaggi, al 8652 un Iphone 8 di Videogarda. Qui di seguito anche i numeri che danno diritto, in ordine di estrazione, agli altri 18 premi:

21 - 00454
20 - 04218
19- 01738
18 - 08759
17 - 05425
16 - 03382
15 - 04875
14 - 03835
13 - 07701
12 - 04770
11 - 03542
10 - 03758
09 - 09480
08 - 06326
07 - 09009
06 - 09738
05 - 04872
04 - 09332
03 - 08652
02 - 00882
01 - 08419

Partita da incorniciare quella tra il C9 Pregis e Vobarno che si è chiusa a favore delle rivane per 3 set a 0. Una vittoria conquistata sul campo grazie a tutte le atlete cinovine che il mister Davide Di Nardo ha fatto giocare sul campo casalingo. Ognuna di loro ha portato sotto rete la propria energia e abilità tecnica mettendo in mostra il cuore e la forza di questa formazione. Per Vobarno non è rimasto altro da fare se non cercare di resistere agli attacchi e ammirare la crescita di questo nostro C9 Pregis. «La partita con Vobarnbo - ha spiegato Di Nardo - è stata ottima sotto tanti punti di vista. Abbiamo confermato di essere una squadra in forma - continua il mister -, magari abbiamo ancora qualcosa da recuperare nell’individualità, ma siamo scesi in campo coesi e abbiamo fatto bene». Tutte hanno fatto molto bene a partire da Chiara, Valeria, Fontanari è stata una garanzia, Rebecchi, Raffaelli ha fatto a sua volta benissimo attaccando con percentuali molto alte, ha difeso ha battuto. Suo il break più lungo nel secondo set. Mattiace al top e così Pellegrini e Chistè. «Vero che Vobarno - ha analizzato Di Nardo - è in un momento di difficoltà, ma rappresenta ugualmente una squadra che ha delle individualità molto buone capaci di impensierire l’avversario. Se gli si lasciasse campo c’è il rischio di tirare qualche set». Invece questo C9 Pregis non ha mollato dal primo minuto, sempre concentrato conducendo l’incontro dall’inizio alla fine. «Sono entrate tutte le ragazze - ha evidenziato Di Nardo - e questa cosa è indice del fatto che ho potuto farlo per la sicurezza del nostro gioco e perché chi è entrato ha fatto un partitone». Questa delle quattro partite che mancavano alla fine del campionato era forse la più facile. Almeno sulla carta. Adesso le cose si fanno più serie con la prossima trasferta in casa di Cerea. Uno scontro delicatissimo. Cerea è una delle poche formazioni che è stata capace di piegare Lagaris 3 a 1. «Dobbiamo arrivarci con il coltello fra i denti - ammette il mister - perché vogliamo difendere questa seconda posizione e recuperare punti di svantaggio dalle seconde degli altri gironi per arrivare ai play off in una situazione utile».
#Dipendesolodanoi

C9 PREGIS TORNA ALLA VITTORIA - 3 A 0 IN CASA MONTECCHIO
 
Trasferta di successo per le ragazze del C9 Pregis che rincasano dal palazzetto di San Vitale Montecchio nel vicentino con un bottino di tre punti conquistati con un 3 a 0 netto sulle padrone di casa. Si torna a vincere e si torna ad avere quella concentrazione e quella tensione di campo che tanto hanno condizionato questa annata portando risultati importanti e stabilizzando le cinovine in seconda posizione nel proprio girone di B2. Per il mister una serata positiva nonostante qualche momento di defaillance. «Sono davvero soddisfatto di questa partita - ha dichiarato il mister Davide Di Nardo -. Ci serviva riprenderci dopo le due sconfitte precedenti, ma quello che ancora di più mi interessava era vedere se avevamo recuperato dal punto di vista mentale. Devo dire - ci ha tenuto a precisare Di Nardo - che da questo punto di vista ce l’abbiamo fatta». Una partita comunque non semplice con un avversario temibile. Per le ragazze del C9 Pregis non è stato facile trovare la chiave di lettura di questo incontro, ma con concentrazione e caparbietà sono riuscite a conquistare ogni singolo set. «La partita - ha analizzato il mister rivano - tecnicamente è stata altalenante. Siamo partiti molto forte nel primo set. Ci eravamo dati dei criteri da attuare e li abbiamo rispettati. Ci siamo presi subito un un bel margine anche se dopo in ricezione abbiamo fatto qualche errore di troppo che ci ha portato a subire dei break lunghi. Con forza di volontà e con le nostre capacità li abbiamo messi a posto». Storia simile per il secondo e per il terzo set dove una partenza scattante era seguita da un recupero delle vicentine e da una chiusura netta delle rivane. La ruota è tornata a girare a favore del C9 Pregis e dell’energia straordinaria di queste ragazze. «La trasferta analizza Di Nardo - ci ha dato tre punti importanti, inoltre Raffaelli, che si era infortunata, non ha nulla di grave e già sabato ha fatto il suo primo riscaldamento. Contiamo di recuperarla per tutte e quattro le ultime partite di questo campionato». Sulle fasi finali Di Nardo ha le idee piuttosto chiare. «Le ragazze dovranno impegnarsi ancora. Siamo secondi in classifica, ma dobbiamo fare ancora punti per prendere buoni margini sulle seconde degli altri gironi così da arrivare pronte e in forma per i play off». La fase di attacco del C9 Pregis è in ottimo momento. «Tutti gli attaccanti - chiosa di Nardo - sono in doppia cifra e questo vuol dire che sono tutti sul pezzo. Corradini è stata in grado di far girare tutti molto bene».
#Dipendesolodanoi
C’è molta amarezza in casa C9 dopo l’esito negativo del derby con Lagaris. La formazione rivana non riesce ad avere la meglio contro le cugine nonostante una partenza scoppiettante e un pubblico costantemente attento a motivare le ragazze di Davide Di Nardo. Finisce 3 a 1 per le ospiti. Per il C9 Pregis un brutto colpo ma non bisogna dimenticare che in campo c’era la prima della classe e che le cinovine mantengono la seconda posizione. L’obiettivo resta quello dei Play off e le qualità queste ragazze le hanno. Adesso è tempo di rifiatare, di resettare la testa e di tornare a far vedere le qualità agonistiche e di cuore di questo C9 Pregis. «Sicuramente - ammette Di Nardo - è stata una sconfitta che ci ha fatto male perché era una partita a cui tenevamo davanti al nostro strepitoso pubblico e deluderlo ci ha deluso a nostra volta. Peccato - continua il mister rivano - perché siamo partiti bene il primo set. Siamo stati carichi, lucidi, abbiamo messo loro la giusta pressione e ci siamo presi un primo set di autorità». Qualcosa però poi si è allentato. Le rivali hanno estratto dal cilindro un’infinità di armi segrete e questo a spezzato l’equilibrio del C9 Pregis. «Nei set seguenti - sottolinea Di Nardo - non siamo riusciti a mantenere il livello che avevamo nel primo e Volano ha trovato alcune chiavi importanti per metterci in difficoltà con un servizio incrociato verso la nostra zona 5 dove non siamo impeccabili. Abbiamo iniziato a fare errori, a fare fatica e contro questo Lagaris non ce lo si poteva permettere. Complimenti a Marco Angelini perché ha fatto un lavoro straordinario con questo gruppo. Queste ragazze sono cresciute rispetto a quando le abbiamo incontrate a inizio stagione. Noi invece - ammette con lucidità il mister - abbiamo dimostrato di non saper incassare. Siamo una squadra che le sa dare, ma viceversa non le sappiamo incassare. Adesso - conclude Di Nardo - ci aspetta la pausa e poi si torna a lavorare per ricompattarci e affrontare al meglio queste ultime cinque partite. L’obiettivo è quello dei play off!». Testa alta e fieri di essere la squadra seconda in classifica di aver fatto e di stare facendo una stagione incredibile. Non resta che ricaricare le energie e tornare in campo con la certezza e la sicurezza di mettere in gioco una pallavolo di cuore come solo questo C9 Pregis sa fare.
#dipendesolodani
Scivolone fuori casa per le ragazze del C9 Pregis che rincasano senza punti perdendo per tre set a uno contro Euromontaggi Porto Mantovano. Una partita che non era certo stata annunciata come una passeggiata, ma che inaspettatamente si è rivelata più ostica del previsto. Per l’allenatore Davide Di Nardo, se parte del merito è della bravura degli avversari, a pesare significativamente sulle sorti dell’incontro è stata la scarsa brillantezza delle cinovine. Troppi errori e poca incisività. «Siamo tutti molto delusi e arrabbiati per aver sciupato un’occasione importante - ha ammesso Di Nardo -. Più che per i tre punti lasciati là, che sarebbero stati alla nostra portata, ci dispiace perché questo risultato negativo arriva alla vigilia di una partita chiave che stiamo aspettando da un po’». il riferimento è al derby di sabato prossimo contro Lagaris. «I motivi della sconfitta - ha analizzato il mister - sono da attribuire alla quantità di errori che abbiamo fatto. Una parte di merito va data agli avversari, che sapevamo essere una squadra con valori importanti. Infatti si sono dimostrati coriacei e molto determinati». Porto è riuscita a spuntarla grazie ai due set ai vantaggi. «La partita - ha analizzato Di Nardo - è stata molto combattuta. A fare la differenza è stata una sequenza di demeriti da parte nostra. La qualità con cui abbiamo giocato non è la nostra solita. Sappiamo di poter fare molto di più». Una giornata negativa che non ha nomi e cognomi se non quelli di tutta la formazione. «Ci dispiace - ha spiegato il mister -. Non stiamo a cercare i colpevoli. La cataloghiamo come una giornata storta di tutto il gruppo. Adesso il nostro compito è quello di levarci questa zavorra di dosso, ripartire dalle nostre sicurezze e affrontare questo prossimo derby che è una partita che ci porterà grandi motivazioni». Bisognerà quindi ritrovare l’equilibrio fisico e mentale. «Sabato - ha promesso il mister - vogliamo dare grande spettacolo in casa nostra contro la prima della squadra». Sulla partita di sabato le sorti sembravano diverse in un primo momento con le rivane che hanno portato a casa un bel primo set riuscendo ad annullare la loro attaccante che è stata prontamente sostituita. Nei successivi set le ragazze del C9 Pregis non trovano più il ritmo e infilano una serie di errori sia in fase di battuta che in fase offensiva. «Adesso - chiosa Di Nardo - dimentichiamo questa caduta, pensiamo a ripartire e a preparare il derby».
#dipendesolodanoi

Anche quest'anno la Pallavolo C9 organizza il C9 Monster Camp ed il C9 Beach Camp!

Il C9 Monster Camp è aperto a tutte le ragazze e i ragazzi nate dal 2005 al 2011. Potete trovare maggiori informazioni scaricando la locandina al seguente LINK

Il C9 Beach Camp è aperto a tutti le ragazze e i ragazzi nati dal 2002 al 2006. Potete trovare maggiori informazioni scaricando la locandina al seguente LINK

Per l'iscrizione ai Camp potete scaricare il modulo unificato al seguente LINK ed inviarlo ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Più che positiva la prima delle “top sfide” del C9 Pregis che in questo mese dovrà affrontare tutte le formazioni di alta classifica. Contro un agguerrito Gs Fruvit Rovigo le rivane di mister Davide Di Nardo assestano un 3 a 1 da manuale. Solo una piccola defaillance nel secondo set che ha fatto temere il peggio, ma le padrone di casa si sono subito riprese dimostrando di avere energie e tecnica da vendere. Una formazione in splendida forma quella rivana che non si è data per vinta e ha messo in campo una pallavolo da manuale. Soddisfatto il tecnico cinovino. «Contro Rovigo è andata davvero molto bene - raconta Di Nardo -. Non siamo stati perfetti, soprattutto nel secondo set quando abbiamo fatto troppi errori in servizio e ricezione dando modo a loro di mettere in scena le loro migliori qualità». Un secondo set che si può benissimo perdonare vista la grande prestazione dei restanti tre set. «Nel primo, nel terzo e quarto set - racconta Di Nardo - abbiamo registrato una grande prova di orgoglio, abbiamo battuto bene, abbiamo fatto dei break importanti, abbiamo avuto un attacco efficiente e al centro siamo stati devastanti». Qui i fari sono puntati su Fontanari che ha messo a segno ben 18 punti. «È stata - sintetizza il mister - infermabile. E questo è merito di chi ha messo Corradini in condizioni di poterla servire anche su rigiocata». Una partita sudata e non certo facile, giocata punto su punto, sempre ad altissima tensione. Nel primo set grande reazione del C9 Pregis che dopo un break subito per colpa di una loro ottima battitrice, si rimbocca le maniche rimontando e andando alla vittoria. «Nonostante fossimo sotto - ricordo Di Nardo - abbiamo reagito e siamo andati a vincere. Difficile dire chi ha fatto bene, tutti sono stati veramente bravi». Con questa partita è iniziato il mese di fuoco delle ragazze perché davanti a loro ci saranno solo scontri delicati con formazioni in splendida forma e tutte vogliose di recuperare punti preziosi. «Adesso ci aspetta una trasferta a Mantova, poi c’è il derby con Lagaris. Formazioni tutte di altissima classifica. La nostra stagione passa da questo mese - mette in chiaro Di Nardo - possiamo fare molto bene oppure possiamo perdere qualche posizione. Con quest’ultimo incontro ci siamo rincuorati e siamo maggiormente consapevoli dei nostri mezzi. Speriamo di recuperare Mara Rosà, ma siamo tutti con l’umore alto e fiduciosi di potere affrontare positivamente queste prossime sfide».
#Dipendesolodanoi
Arriva al PalaVarone questa sera alle 21 uno dei grandi spauracchi della Pallavolo C9, Gs Fruvit Rovigo. Una formazione concreta e solida che all’andata ha fatto penare e rincasare le cinovine con una sonora sconfitta. Per le ragazze di mister Davide Di Nardo questa sera si tratta soprattutto di una rivincita, di dimostrare che quel risultato non fa più parte di questa formazione. A complicare le cose però c’è stata una settimana ricca di assenze che potrebbero pesare sul rendimento del C9 Pregis. A correggere il tiro non ci sarà certamente bisogno del solito, importantissimo supporto del tifo di casa. «Sarà una partita tostissima - ammette Di Nardo - Rovigo all’andata ci ha rimandato a casa con un 3 a 0 pesantissimo, ci hanno letteralmente massacrato. Noi - continua il mister - dobbiamo restituire il favore qui in casa nostra». Come annunciato la settimana di preparazione non è stata delle migliori. «È stata una settimana un po’ complicata - ammette Di Nardo - Giorgia Corradini ha dovuto saltare un allenamento a causa di un’indisposizione, Mara Rosà non si è potuta allenare per tutta la settimana e Viviana Enei è rimasta a Milano fino a ieri. Inoltre le giovani sono andate con la Under 18». Insomma molte assenze che hanno complicato le fasi di allenamento. «Attingendo alle grandi risorse del C9 - rassicura in conclusione il mister - siamo riusciti ad allenarci ugualmente bene e siamo molto carichi per questa sera». Le previsioni vedono già in fase di partenza il classico starting six con Bianchi, Vivaldi, Corradini, Rebecchi, Enei, Fontanari e Gasperini Libero. «Sarà tostissima - chiosa Di Nardo -. Dobbiamo riuscire a giocare al massimo anche perché aarà una partita che si giocherà punto su punto e proprio per questo ci vorrà grande attenzione e concentrazione da parte di tutti». L’appuntamento è per questa sera al PalaVarone con inizio alle 21. Tutta la Pallavolo C9 Arco Riva è invitata a dare man forte a questa formazione e a portare il proprio sostegno dando sicurezza, energia e quello sprone in più per fare il meglio del meglio, per restituire a Rovigo il loro stesso pacco regalo.
#Dipendesolodanoi

Ancora una vittoria per le ragazze del C9 Pregis che nel campo bresciano del Promoball Sanitars vincono per tre set a zero. Una partita tutto sommato facile e che ha dato modo a mister Davide Di Nardo di rivoluzionare il sestetto iniziale dando spazio a chi fino ad ora ha avuto poco tempo per mettersi in mostra sottorete. Una decisione che ha pagato e che ha permesso all’allenatore rivano di studiare a fondo tutte le proprie ragazze, di valutarle in ruoli a loro non troppo consoni e così di poter studiare strategie diverse in vista degli appuntamenti futuri. Scelte che, magari, visto i prossimi passi in campionato, potrebbero servire per destabilizzare l’avversario o per rispondere a esigenze diverse. «È stata una partita positiva - ha commentato Di Nardo -. Sapevamo di giocare contro una squadra che attualmente è ultima del girone e di conseguenza non del tutto pronta per la categoria. Una squadra - ha precisato il mister - che è formata da ragazze giovani e  che ho visto crescere rispetto all’andata». Di Nardo ha sfruttato l’incontro per provare nuove prassi tecniche e strategie di campo. «Quello che ho chiesto alle mie ragazze - ha precisato il mister - è stato di meritarsi il campo. Loro lo hanno fatto e il sestetto di partenza, che era inedito, ha fatto molto bene. Ho alternato nel ruolo di opposto quelli che normalmente stanno in posto 4 e altre variazioni». Insomma, una partita positiva nella quale si è riusciti a sopperire all’assenza di Rebecchi, malata. Rivane che partono subito forte nel primo set per cercare di destabilizzare l’umore delle bresciane, ottenendo però di fatto il risultato contrario con le padrone di casa che sono cresciute nel secondo e terzo set. «Abbiamo archiviato la pratica Promoball Brescia - conclude Di Nardo -. Ora ci dobbiamo concentrare su un doppio turno per noi fondamentale, quello in casa con Rovigo e quello fuori casa contro Mantova. Due squadre importanti e da lì si capirà se riusciremo a restare in alto in classifica oppure no, anche se a rassicurarci c’è il fatto di essere riusciti a ottenere un bel margine sulla terza in classifica. Non sarà semplice tenere il passo di Lagaris che ha, invece davanti a sé due partite entrambe alla sua portata».