Play off - Gara 3 - C9 Pregis accede alle semifinali - Gossolengo battuto 3 a 1

Hanno agguantato con un’altra incredibile partita l’accesso alla semifinale dei play off. Le ragazze di Davide Di Nardo hanno portato il C9 Pregis a conquistare per 3 a 1 “Gara 3” contro Gossolengo tra l’entusiasmo incontenibile del pubblico cinovino. Una partita ad alta tensione che mette il sigillo definitivo per la semifinale, questa volta contro Ostiano. Per quanto concerne Gara 3 Di Nardo è più che soddisfatto, ma l’attenzione è già sul difficile incontro in trasferta di mercoledì. «Giocarsi l’accesso alla semifinale - racconta il mister - a casa nostra davanti a un pubblico strepitoso è stato un’ulteriore spinta e punto di forza aggiunto. È andata davvero bene la partita di sabato - continua - nonostante nel primo set abbiamo rischiato di compromettere l’esito della finale. Avevamo messo la partita sui binari giusti - prosegue il mister - servendo molto bene e giostrando ogni fase con attenzione. Ci siamo presi subito un bel margine, ma sul finale di set abbiamo concesso un errore a testa e da 18 a 10 siamo finiti a giocarcela punto su punto dando infine a loro la vittoria». Tutto sarebbe potuto andare storto, ma la concentrazione e il cuore cinovino hanno dato energia e caparbietà alle guerriere del C9 Pregis. «Anche questo sabato - sottolinea Di Nardo - abbiamo dimostrato di saper imparare dai nostri errori e nel secondo set quando si è ripresentata la stessa situazione del primo, con un buon margine guadagnato, questa volta siamo riuscite a gestirlo nel migliore dei modi». Coraggio, testa, concentrazione, un pubblico invidiabile ed energia ed emozioni a mille. Nel terzo set le ragazze calano per un problema di rotazione che le ha messe in leggera difficoltà soffrendo in ricezione e attacco. Di Nardo ha così scelto di giocarsi la carta delle atlete giovani in forte crescita. Entrano Pellegrini e Chisté che impongono un nuovo gioco, risolvono la rotazione e consentono al C9 Pregis di chiudere positivamente il set. «Quando due ragazze del nostro vivaio - ammette il mister - entrano e ti risolvono la situazione come hanno fatto loro, per un allenatore è un momento di grande soddisfazione». A questo punto le avversarie hanno iniziato a entrare in difficoltà con un netto calo fisico seguito da un più consistente calo mentale. «A differenza di Gara 2 - continua Di Nardo - abbiamo dimostrato di essere fisicamente brillanti e lucidi. Abbiamo fatto davvero una bella partita confermando di essere molto forti al centro. Fontanari ed Enei hanno fatto la differenza unite a una Giorgia Corradini che in battuta è stata devastante. Nel quarto set ha fatto un break di 10 punti. Come sempre si è dimostrata la colonna e la capitana di una squadra incredibile». Da evidenziare anche la prestazione di Rebecchi, in gran spolvero, con un ottimo ritmo in attacco. «Ora ci godiamo la vittoria e l’accesso alla semifinale che avrà inizio mercoledì in trasferta contro Ostiano. Una squadra - chiosa il mister - molto forte, che ci somiglia, con centrali forti e un bell’opposto concreto. Da loro sarà molto dura. Andiamo con coraggio e consapevoli di dover gestire la partita infrasettimanale in modo diverso dal solito. Poi, sabato, comunque vada, ci giocheremo Gara 2 in casa nostra, al PalaVarone, con il nostro pubblico e lì sarà un’altra bella festa». #Dipendesolodanoi