Inizio in crescita per il nuovo C9 Pregis

Inizio di campionato in crescita per le ragazze del C9 Pregis che in questa nuova stagione di B2 si presentano profondamente rinnovate con numerosi innesti che arrivano direttamente dal proprio vivaio e che poggeranno sulle colonne portanti che da anni hanno condotto il fiore all’occhiello della Pallavolo C9 Arco Riva a lottare per due anni di fila nei play off di categoria. Alle atlete Sara Pellegrini e Angelica Chistè, già promosse in prima squadra lo scorso anno, si sono aggiunte Maddalena Bertoldi, Cecilia Bernardis, Irene Bombardell, Giorgia Celva e Francesca Righi. Confermate invece Giorgia Corradini, Viviana Enei, Francesca Fontanari e Chiara Vivaldi, a cui si unisce il ritorno in prima squadra di Eleonora Michelotti. Atlete, queste ultime, capaci di garantire il necessario tasso di esperienza per affrontare nel migliore dei modi le nuove sfide. In panchina è quindi subentrato Mihai Bejenaru coadiuvato dai riconfermati Moreno Bertamini e Roberto Prandi.

L’obbiettivo della società è quello di ben figurare nel campionato nazionale di B2, schierando una formazione composta in grandissima parte da atlete nate, pallavolisticamente parlando, nel solco C9. Un obbiettivo certamente ambizioso che richiede grande impegno da parte di tutto lo staff tecnico e tanto tifo e calore da parte dei sostenitori. 

Il primo impatto, avvenuto in casa con l’Ortigara Peschiera (perso 3 a 0) non è stato certo dei migliori, ma ha posto le basi per il lavoro settimanale. I risultati si sono potuti vedere proprio sul campo di battaglia nei successivi due incontri. Dopo un difficilissimo match costato qualche “incidente” arbitrale e che ha visto la vittoria da parte delle rivali del Real Volley Brescia (3-0) la terza di andata di sabato sera contro Torri di Quartesolo ha messo in mostra i primi risultati portando la formazione rivana a conquistare il loro primo set (3-1) della stagione. «Abbiamo aumentato l’impegno in allenamento - ha dichiarato l’allenatore Mihai Bejenaru - e questo ha permesso di mettere in campo un gioco migliore rispetto ai primi incontri. Certo - continua - paghiamo l’inesperienza di molte atlete a questi livelli e la cattiveria che ci vuole durante l’arco di tutto il match. Stiamo facendo un buon lavoro e si vede che possiamo crescere molto, ma molto di più». Per Bejenaru l’incontro si è aperto troppo a rallentatore e ha dato modo alle avversarie, ben più composte e preparate, di conquistarlo. «Tutto diverso nel secondo set - precisa Bejenaru - Il sestetto ha lavorato egregiamente. Si è riscattato molto bene e senza troppi problemi ci siamo conquistati il parziale». Ottima la prestazione anche nel 3° e4° set dove a fare la differenza è stta proprio l’assenza di esperienza e la capacità di mantenere alta la tensione, gestendola, da parte delle giovanissime. Esordio di rilievo per la 2004 Giorgia Celva. «Da qui dobbiamo continuare a crescere - chiosa il mister cinovino -. C’è ancora tanto lavoro, ma queste ragazze hanno le qualità per diventare una squadra importante».

Articoli correlati (da tag)