C9 Pregis vs Lagaris - Una vittoria che dice molto di più

Lo sappiamo tutti che i derby sono partite a sé. Eppure, quella contro il Lagaris è stata una grande impresa per il C9 Pregis che nello scontro di sabato ha messo in mostra, non certo le migliori doti, ma il sudore del lavoro settimanale. Insomma, una partita sudata e faticata che a qualche giorno di distanza è giusto analizzare nel dettaglio. Vittoria è stata, e questo è già tantissimo, anche perché arriva consecutivamente ad altri tre incontri che hanno portato punti alla formazione cinovina. Quattro vittorie di fila devono assolutamente essere lette positivamente e questo a solo un match dalla pausa invernale. Il C9 Pregis è sulla strada giusta per risalire la china di una classifica estremamente corta e che vede le ragazze di Miha Bejenaru a sole 7 lunghezze dalla zona play off. Tutto può ancora succedere. Tornando all’incontro di sabato scorso l’avvio non è stato dei migliori. Tanta tensione in campo ha portato le nostre a commettere qualche errore di troppo, tanto che anche le atlete più consolidate hanno messo in fila una serie di sbavature che hanno compromesso il set. Da qui, però, la storia cambia. Lo spirito del C9 è quello di un leone che lotta a ogni frangente, che magari si avvia timoroso, ma che poi decide e si convince che qualsiasi sfida deve essere combattuta fino alla fine dando il meglio di sé e aiutandosi reciprocamente.
Cambia lo spirito di campo e l’incontro prende una piega completamente diversa. tra le nostre fila le colonne del C9 Pregis faticano ad entrare in partita con quell’incredibile smalto che le ha sempre contraddistinte. In loro soccorso arrivano le giovani, giovanissime del vivaio cinovino. stanno crescendo e ora, in campo, lo vogliono dimostrare. Sono proprio le nuove leve a dare nuova linfa e impulso all’intera formazione e l’energia delle giovani si unisce all’esperienza delle senior. Per il Lagaris non sembra più così facile. Bejenaru organizza il campo per fermare la loro punta di diamante, Fedrizzi, e contemporaneamente le rivane abbattono i propri errori. La macchina s’ingrana e il secondo e terzo set vengono giocati con la giusta intensità finendo entrambi nelle tasche del C9 Pregis. All’ultimo set l’avvio è di nuovo sottotono. Si arriva a un pericolosissimo 10 a 5 per le Lagaris. Poi è ancora il cuore C9 a battere forte a dire che il lavoro settimanale serve, sta servendo. Cambia lo spirito, cambia la grinta e punto dopo punto si arriva a un glaciale testa a testa che sul fil di lana consegna set e incontro alle nostre cinovine.
“Abbiam giocato benino - ha commentato il mister -. I derby sono sempre una cosa particolare e sono sentiti in modo particolare dalle atlete. La nota positiva - ci ha tenuto a sottolineare Bejenaru - è stata che le giovani hanno dato una mano alle “vecchie” che questa volta non erano nella loro forma ideale. Le giovani sono riuscite a dare una grossa mano e questo significa che il lavoro che si sta facendo in settimana sta dando i suoi primi e importanti frutti. Il gruppo si sta amalgamando e si stanno trovando delle nuove sinergie di squadra. Quattro partite di fila vinte vuol dire che stiamo lavorando nel modo giusto. Ora ci aspetta Cerea che sarà presente sui nostri campi. Un’altra partita non semplice ma che è alla nostra portata. Vediamo di chiudere l’anno positivamente.”

Articoli correlati (da tag)