Pronti allo show. Perché di questo si tratta: questa sera in casa rivana accolti dai ragazzi del Cba Group ci saranno gli avversari del Volley Treviso, squadra giovane e agguerrita pronta a mettere in seria difficoltà le fila di mister Bojan Vidovic. Obiettivo punti, smuovere la classifica far vedere che questo Cba merita la B maschile. «Quello che conta maggiormente è tornare a muovere la classifica - spiega senza troppi giri di parole Vidovic - Siamo consapevoli dell'importanza dei tre punti in palio». Treviso è una squadra giovane che si sta facendo vedere positivamente e che nel corso di questa prima parte di campionato ha saputo mettere in seria difficoltà diverse avversarie di valore. Anche in trasferta. Sarà così anche questa sera? In suolo rivano? Vidovic farà di tutto per dar spazio alle prestazioni atletiche dei propri giocatori. Atleti di spessore che se ben lanciati possono mettere in campo una pallavolo di altissima qualità. Fatto non raro, anzi. I ragazzi di Vidovic hanno saputo infiammare il palazzetto rivano ripetutamente e con prestazioni di eccellente livello. «Loro - continua Vidovic - sono un gruppo competitivo, un buon mix tra tecnica e potenza fisica». «Rischiano parecchio - spiega l’allenatore rivano - e questo a volte li porta a concedere qualcosa». La ricetta rivana è semplice: mantenere alta concentrazione e fare bene anche le più piccole cose. «Dobbiamo avere - continua Vidovic - una maggiore efficienza in fase di cambio palla rispetto agli ultimi incontri». Servirà tutta la determinazione, la continuità al servizio e l’intensità in attacco e difesa che i ragazzi del Cba possono e sanno di avere. «Finalmente torniamo a giocare in casa - chiosa il mister - La immagino una gara tirata, starà a noi dare il massimo per riuscire a ottenere un successo».
 
 
 
Ci si appellerà al coraggio, al cuore, alla dedizione e a tutte le risorse che si riusciranno a racimolare. Quella di questa sera sarà una trasferta impegnativa per le ragazze del C9 Pregis che affronteranno le modenesi della Liu Jo con importanti assenze. La rosa di mister Davide Di Nardo è decimata e questo impegnerà l’allenatore e tutte le ragazze presenti a dare il meglio per contenere l’irruenza delle padrone di casa. Liu Jo non perdona ed è pronta ad accoglierci sostenuta dal tifo di casa propria. Per le nostre, comunque, il morale è alto e la consapevolezza di essere delle guerriere ad alta determinazione è ben fissata nella mente. Sarà la testa la determinante di questo scontro. Il C9 Pregis vuole esserci e ci sarà: convinto delle potenzialità e carico di animo positivo. «Il bicchiere è ancora mezzo pieno - analizza Di Nardo all’alba dello scontro modenese - Gasperini ha le placche e quindi probabilmente non ci sarà». «Rebecchi - continua - non è al top e dovrà stringere i denti». «Rosà però - ammette il mister con soddisfazione - sarà disponibile e sicuramente darà il suo contributo». Il C9 Pregis è pronto, è entrato nella modalità trasferta. In settimana le ragazze hanno lavorato contro questo specifico avversario, modulando e rifinendo i fondamentali. Ci siamo: questa sera si risolveranno i conti con Liu Jo. Forza ragazze! Metteteci la grinta, il coraggio, la testa e la dedizione di cui solo voi siete capaci!

Oggi diamo il benvenuto ad un’importante azienda locale che ha deciso di sostenere la nostra società e di entrare a far parte del pool di aziende che sponsorizzano la Pallavolo C9.

Si tratta di un’azienda a conduzione familiare con sede a Riva del Garda che, negli anni, si è fatta apprezzare per serietà, professionalità ed innovazione.
Fondata da Ilos Parisi, per anni presidente dell’Associazione Artigiani Alto Garda, l’azienda si occupa di costruzioni meccaniche e manutenzioni industriali per grossi gruppi industriali del settore cartario, chimico, cementiero e metalmeccanico. Sviluppa inoltre prototipazioni per applicazioni speciali e realizza strumenti ed attrezzature ospedaliere, in particolare nel settore ortopedico. 

Con piacere accogliamo tra gli amici del C9 un’altra importante realtà produttiva che, dietro il logo, ha una famiglia, persone che vivono nella nostra zona e che hanno a cuore il futuro dei nostri ragazzi. L’augurio è che questo sia solo l’inizio di una lunga e profiqua collaborazione!

Seconda edizione, seconda tappa, seconda vittoria C9.

 

Dopo l’ottima partenza della seconda edizione dell’Euregio Volley in quel di Riva del Garda che vide vittoriosa la selezione maschile u16 C9 anche la seconda tappa, svoltasi lo scorso week-end ad Innsbruck, è in bacheca tra le vittorie C9.

Con la doppia affermazione, a Riva del Garda e ad Innsbruck, la compagine guidata da Stefano Tamburini e Alberto Zanettin ha decisamente allungato le mani sull’assegnazione del titolo 2017. Il regolamento prevede infatti che la vittoria finale è appannaggio della compagine che ha ottenuto più punti nelle tre tappe che compongono la manifestazione.

Nella giornata di domenica il “duo” Miorelli e compagni ha messo in fila uno ad uno gli avversari sino alla finale di tappa nella quale hanno regolato con un perentorio 2 a 0 i pari età e padroni di casa del Tirolo.

La nostra U16 maschile contro avversari di tutto rispetto si è dimostrata all’altezza del compito confermando i progressi fatti sia dal punto di vista tecnico che tattico e di gioco.

Mister Tamburini coadiuvato dal saggio ed esperto Alberto Zanettin stanno tirando su un gruppetto di futuri pallavolisti proprio niente male. Complimenti a tutto il gruppo al quale va sicuramente il ns. plauso e la citazione nominale: Leon Vaia, Riccardo Valentini, Pietro Rocchio, Fabio Bariletti, Niccolo Miorelli, Marco Bresciani, Nicolò Angelini, Samuele Miorelli, Pietro Bortolotti e Alberto Vicari.

 

Prossima ed ultima tappa a Bolzano in programma il 22 e 23aprile 2017 per chiudere l’edizione 2017 organizzata da STS Bolzano.

 

Troppa la disparità di livello tra i padroni di casa trevigiani della Pallavolo Motta e i nostri ragazzi del Cba Group che incassano un 3 a 0 netto. Nessuna nota di demerito, però, perché gli uomini di mister Bojan Vidovic ci hanno voluto credere fino alla fine e si sono battuti con onore mettendo in campo tutta la grinta e il cuore di cui sono capaci. Ciò non è bastato a piegare una formazione di una categoria superiore al Cba, ma da questo scontro se ne esce comunque a testa alta e molto più arricchiti in termini di competitività. «Il merito va a Motta - ammette Vidovic - Si sono dimostrati una squadra forte. Non sono questi i campi dove possiamo fare risultato». La cronaca parla effettivamente di un incontro monodirezionale con Motta a dettare tempi e modi dello scontro. «Dall’inizio - racconta Vidovic - abbiamo subito il loro servizio e i loro attacchi potenti». «Nei primi due set - continua - abbiamo faticato nel cambio palla». La squadra rivana del Cba Group non si è mai lasciata andare allo sconforto, nonostante la consapevolezza di essere davanti a una formazione compatta e tecnicamente prestante. «La squadra ci ha provato per tutto il match - ci tiene a sottolineare Vidovic - Anche i ragazzi entrati della panchina hanno portato grinta e cercato di dare una scossa». «Purtroppo solo a tratti - ammette l’allenatore rivano - siamo riusciti a tenergli testa». Nel terzo set, a dispetto di due parziali in cui il Cba ha incassato cercando di contenere la prestanza trevigiana, si è visto una bella reazione con in campo il miglior gioco del Cba. «Questo dimostra che siamo un gruppo coeso - precisa Vidovic - Motta è stata davvero superiore». Si deve anche ammettere che i nostri si sono recentemente trovati a soffrire di acciacchi e assenze varie che fortunatamente non hanno leso la compattezza del gruppo. «Abbiamo una squadra di combattenti con carattere - sottolinea il mister - che ci permette di risolvere le situazioni più difficili». «Spero presto - chiosa Vidovic - di poter avere la formazione al completo per poter alzare il nostro livello di gioco come so che questo gruppo può fare».

Oggi si è svolta la seconda tappa del torneno under 16. Dopo il lungo e divertente viaggio in pullman,abbiamo affrontato la prima partita contro la squadra del Neugries con grinta e determinazione,nonostante la stanchezza causata dalle 3 ore di bus, questa si è conclusa con un 2-1 per le avversarie, pur avendo dato il nostro meglio. Abbiamo notato un miglioramento dal punto di vista tecnico della battuta, purtroppo però in ricezione non siamo stati così efficaci e probabilmente questo ha causato la nostra sconfitta. Con voglia di vincere, ottime schiacciate e difese sorprendenti abbiamo battuto il Tirolo con un punteggio di 2-1. Nel pomeriggio abbiamo giocato altre due gare, la prima conclusasi con la nostra vittoria: l'allenatore ha permesso a tutte noi di giocare facendo cambi strategici e adatti per vincere il match. Nell'ultima partita, invece, la stanchezza ha avuto la meglio su di noi, infatti le schiacciate erano meno efficaci e le difese più rare; la gara è finita con la vittoria di Bolzano. Siamo state contente della grinta e del miglioramento che in questo torneo siamo riuscite a mostrare, frutto del lavoro e dell'impegno duranti gli allenamenti. È stata un'esperienza bella e significativa che rimarrà sempre con noi! Un grazie va sicuramente ai nostri allenatori che ci hanno aiutato a non perdere mai la speranza. Emma e Giorgia.

Grazie mille della disponibilità, buona settimana in palestra!!!
A presto 
Bojan

 
 
Non è il risultato che ci si aspettava e vi è un po’ di amarezza per non essere riusciti a mettere in saccoccia qualche punto, sempre più importante in termini di classifica e di permanenza in B2. Le ragazze di mister Davide di Nardo in casa non vanno oltre l’1a 3 contro le rivali ospiti dell’Iseoserrature Pisogne. Le bresciane hanno portato in suolo rivano quel tocco di fino che è andato a mettere in difficoltà le nostre specialmente nella fase di attacco limitando il carattere offensivo rivano. «Sono dispiaciuto del risultato ma non deluso - ha dichiarato Di Nardo - Non siamo riusciti a guadagnare punti contro un ottimo avversario anche se il tie break era assolutamente alla nostra portata». «Ho comunque avuto - continua il mister - buone risposte dalle mie ragazze». Per Di Nardo sontuosa prestazione di Vivaldi e concreta la ricezione che è stata un punto di forza nonostante le condizioni non ottimali di Gasperini. «Bicchiere mezzo pieno - ci tiene a sottolineare Di Nardo ma questo non deve bastarci». «La partita contro Pisogne - analizza l’allenatore rivano - ha messo a nudo i nostri limiti in attacco e ancora una volta abbiamo pagato gli errori che ci sono costati il finale del quarto set e quindi la possibilità di guadagnare almeno un punto». La lotta per rimanere in B2 è più che mai aperta ma per la formazione del C9 Pregis non c’è spazio per permettersi altre ingenuità. A partire da sabato prossimo dove ad accogliere le nostre atlete ci sarà una squadra molto complicata: la Liu Jo che proprio pochi giorni fa è stata capace di battere Argentario. «Ci aspetta una settimana intensa - chiosa Di Nardo - in cui l'unico obiettivo dovrà essere quello di ripetere l'ottima prestazione che ci ha permesso di battere le modenesi in casa nostra nel girone di andata». La testa è già al prossimo incontro, il cuore è sempre caldo e animato da un’unica grande passione: l’amore per la pallavolo. Non è ancora detta l’ultima parola. Il C9 Pregis ha moto da dire e saprà farlo.

Quarta partita e quarta vittoria per la nostra Under 13 femminile allenata da Claudio Bottesi e Giorgia Corradini. L'avversario questa volta è il Volano. Con questi tre punti si mantiene il secondo posto del girone che garantisce l'accesso alle finali provinciali e ci lascia a solo una lunghezza dalla Alta Valsugana, che al momento non ha perso nemmeno un set. Le cinovine partono bene, spingono in battuta e sono incisive in attacco. La partita è quasi a senso unico, le nostre sono comunque brave a rimanere concentrate anche quando hanno un buon vantaggio. I primo due parziali vengono vi ti rispettivamente a 18 e a 13. Nel terzo parziale Celva e Demasi a riposo, visti gli impegni anche con la 14. Le compagne sono bravissime a non calare l'intensità e con un ottimo turno al servizio di Blanca Chizzola chiudono il set 25-4.

Grande prova di maturità di tutta la squadra che dedica la vittoria alla compagna Martina Mancabelli e alla sua famiglia.

Sabato intenso quello appena trascorso per la nostra under 13 femminile: partenza alle ore 6.15 da Caneve in direzione di Innsbruck per la seconda tappa del Trofeo Euregio. 

 

Viaggiare Egidi ci accompagna in questa avventura con un pullman organizzato con altre due squadre del maschile.

Coach Michele Brembilla è a comando della truppa, visto l'impegno con la B2 dell'allenatrice Corradini. 

Le ragazze, nonostante la levataccia, sono cariche e non deludono. Non deludono neppure i genitori, undici a seguito per sostenere le nostre piccole cinovine.

Celva e compagne partono alla grande e vincono le prime due partite del primo girone, rispettivamente contro Neruda e VC Tyrol. 

Pranzo rapido tutte insieme e si riparte. Le vittorie del mattino ci consentono di competere per le prime tre posizioni con due squadre della provincia di Bolzano, SSV Bozen e Volleytime. Nonostante il

divario fisico le nostre se la giocano con entrambe le squadre ma non riescono a spuntarla. Si sale comunque sul podio e si porta a casa una coppa e una bellissima esperienza. 

Appuntamento al 22-23 aprile per l'ultima tappa del Trofeo Euregio a Bolzano.

Continua senza intoppi la marcia delle cinovine ultras nel campionato under 14 che si portano a casa i tre punti anche contro le giovani di Tione, rimanendo a punteggio pieno e quindi in testa al girone.

E dire che anche in questa partita c'era la possibilità di incappare in uno scivolone! Tione è squadra con buone qualità a dispetto della classifica che potrebbe portare a sottovalutare l'avversario; Ianeselli, Santorum e Achur erano ancora ferme ai box e le giovani 2004 erano reduci da una intensa giornata a Innsbruck dove hanno partecipato al trofeo Euregio aggiudicandosi un ottimo terzo posto!

Coach Di Nardo decide quindi di schierare capitan Bortolotti e Menapace in regia con Mengarda, Zucchelli, Lazzara e Celva in attacco.

Il primo parziale si gioca sul filo di lana ma nonostante la maggior qualità delle arcensi, gli errori tengono le ospiti in partita che però capitolano grazie ad un muro di Zucchelli.

Nel secondo set entrano Venturi e Galvagni, il C9 trova il giusto equilibrio e conduce senza problemi fino al 25.

Nel terzo invece le ragazze di Di Nardo abbassano la guardia e si ritrovano ad inseguire. Serve una strigliata della panchina per invertire la rotta e con i preziosi ingressi di Santuliana e Belloli il C9 torna padrone del campo, allungando sulle avversarie grazie anche al devastante turno al servizio di Demasi.

Avanti tutta ragazze, Novella Volley vi aspetta!