Un derby è una storia a sé stante. Per il C9 Pregis lo scontro di questa sera sarà un incontro molto delicato, dove si dovrà dare ordine e misura a un lavoro settimanale purtroppo frammentanto dalle tante assenze e mancanze. La formazione di Di Nardo, non dovrà farsi abbattere e le ragazze dovranno dar fondo a tutto il loro saper essere una formazione unita. Dovranno metterci il cuore e la passione. Dovranno far sì che ne esca una bella pallavolo, di quelle che solo le cinovine sanno fare. «Questo derby - ha annunciato Di Nardo - lo sentiamo moltissimo tutti quanti. Pensavo e speravo di arrivarci meglio preparato - ha confessato il mister rivano - ma anche questa settimana è stata molto difficile e solo quattro atlete su tredici hanno potuto fare tutti e tre gli allenamenti». Fontanari è out, come lo sono Manno, Pellegrini e da ieri Elena Rebecchi. «Sta stringendo i denti - ha spiegato Di Nardo - ma è meglio prima pensare alla salute e la sua spalla ha bisogno di una pausa anche se forzata». L’organico a disposizione sarà comunque competitivo e della serata sarà anche Raffaelli. «Su di lei contiamo molto - ha confessato Di Nardo - e così potremo vedere i suoi miglioramenti. Quel che è certo - chiosa il mister - è che onoreremo questo derby nel migliore dei modi». Davanti alle nostre una partita di alto livello tecnico ed emotivo dove si cercherà di portare via punti a un Lagaris che sta andando molto forte.
Forza ragazze! Forza C9 Pregis!

Oggi per la Pallavolo C9 è una giornata molto triste: purtroppo, dopo una lunga malattia, ci ha lasciato “il Bruno” Baroncini.
Con Mario Avancini e Claudio Bottesi costituiva il triumvirato dei senatori del C9: allenatore, dirigente e collaboratore prezioso, Bruno si è dedicato alla nostra società con tanta passione, coinvolgendo anche tutta la sua famiglia. E tutti noi oggi ci stringiamo alla moglie Graziella e ai figli (nonché nostri atleti) Elena, Irene e Riccardo, ricordando con affetto e riconoscenza un protagonista della nostra quarantennale storia.

Con la bella foto, che ti ritrae con gli amici Mario e Claudio, scattata nell’ultima occasione in cui sei passato a trovarci nella “tua” palestra di Varone agli inizi del giugno 2015, ti salutiamo e ti ringraziamo per tutto quello che hai fatto per il C9: riposa in pace, Bruno!

 
A volte si perde, ed è necessario per far sì che nulla deve essere dato per scontato. Altre volte si vince e si capisce ancor di più il valore del lavoro che si sta facendo. Prestazione encomiabile quelle delle ragazze del C9 Pregis che contro Porto Mantovano hanno messo in campo una pallavolo stellare nonostante tutti i dubbi del pre partita. Un 3 a 0 netto e meritato, conquistato sul campo per meriti personali, con il sudore e la passione che solo queste ragazze sanno dare. «A volte il risultato di una partita può dipendere dai meriti di una squadra o dai demeriti dell’altra - spiega mister Di Nardo -. Sono convinto che la vittoria contro Porto Mantovano sia esclusivamente merito delle mie ragazze». Nessun dubbio quindi sulle capacità del C9 Pregis, ma il risultato ottenuto non è certo frutto di un facile pronostico. «La settimana non è stata semplice a causa degli infortuni - ha spiegato il mister rivano - Manno, Pellegrini e Fontanari non sono a disposizione e non lo saranno ancora almeno per un’altra settimana. Corradini e Rebecchi - ha precisato - non erano al 100%, e se a questo aggiungiamo le assenze infrasettimanali forzate di Rosà, Enei, Gasperini e Bianchi era difficile pronosticare una prestazione come quella messa in campo sabato sera contro Porto Mantovano». L'intensità del lavoro, seppur sofferente, seppur sporadico che viene fatto in settimana sta a poco a poco amalgamando il gruppo, creando quelle sinergie e quegli affiatamenti che posso fare la differenza. E conto Proto Mantovano lo si è potuto vedere. «Voglio fare i complimenti alle ragazze per come si sono applicate - ha infine annunciato Di Nardo - rispettando le indicazioni che ci siamo dati prima della partita, annullando il potenziale di una squadra che merita grande rispetto e sfruttando efficacemente i loro punti deboli. Quello che mi rende più felice però è il “come” abbiamo reagito al momento di difficoltà che stiamo attraversando. Reagire in questo modo alla sconfitta subita a Rovigo è indice di grande solidità e ci permette di cominciare la settimana che ci porta al derby con Lagaris con il sorriso nonostante le defezioni a cui dovremo sopperire». Davanti alle cinovine una settimana non facile e un derby tutt’altro che da sottovalutare. Servirà ancora una volta lo spirito più puro di questa società e di questo C9 Pregis per scendere in campo e giocarsela set dopo set, servizio dopo servizio.
#dipendesolodanoi

Inizia con il botto il campionato regionale di serie D maschile: per la prima volta il C9 schiera due squadre ai blocchi di partenza e domenica avremo la possibilità di assistere al derby del girone di andata. Da una parte ci sarà il C9 AVIS, il gruppo dei nostri highlanders composto da “vecchi leoni” che hanno fatto la storia della nostra società. Dall’altra il C9 COSMIGROUP, il team dei nostri atleti emergenti, dei “cuccioli” che rappresentano il futuro del C9.
I senior giocano in casa, partono con i favori del pronostico ma non nascondono i timori per una sfida piena di insidie. Gli junior, carichi dopo l’esperienza in coppa, devono dimostrare di essere finalmente pronti al grande salto. Anche il pubblico sugli spalti sarà ben distinto, con mogli e figli a tifare C9 AVIS e genitori e amici a supportare il C9 COSMIGROUP…..

Non ci resta che aspettare domenica per goderci una sfida che nessuno vuole perdere: per Mufasa sarà già tempo di lasciare il regno a Simba?

«Sabato a Rovigo abbiamo semplicemente giocato male». Davide Di Nardo, mister del C9 Pregis non cerca scuse e va dritto al punto. La trasferta rovigotta si è trasformata in una sconfitta che non vuole essere celata, ma che anzi servirà da contraltare per ripartire e mettere in funzione la formazione nel migliore dei modi. Tante sono le scusanti che attenuerebbero il risultato di questo scontro (3-0 per Rovigo), ma non è con le scuse che ci si rimette in campo. Non è trovando giustificazioni che si affronta la crescita agonistica. Si è sbagliato e prima lo si accetta prima in settimana si porrà rimedio a tutto per tornare più che competitivi, per tornare agguerriti e vittoriosi oltre le aspettative. Ed è qui che si vede la differenza. I C9Pregis, può perdere, e sa perdere, ma allo stesso tempo sa che l’errore deve essere studiato e assimilato. Da qui si riparte in settimana senza troppi rammarichi. «Le ricezione è stata ancora insufficiente - analizza Di Nardo - al servizio non siamo riusciti ed essere efficaci ne continui e in attacco abbiamo avuto una buona percentuale di positività solo con le centrali Rosà ed Enei. Le motivazioni che possiamo darci - continua il mister - per giustificare questa sconfitta sarebbero molteplici, dal palazzetto ai palloni, dagli acciacchi fisici all’abilità delle avversarie. Io credo invece che semplicemente non siamo arrivati a questa partita avendo fatto tutto quello che dovevamo per giocarla al meglio». Allora ripartire da se stessi, dal gruppo, dalla famiglia C9. «Se capiremo - sentenzia Di Nardo - che quello che è successo sabato sera è dipeso da noi e nient’altro allora torneremo immediatamente a giocare come sappiamo fare. Ci aspetta una settimana in cui ritrovare il nostro equilibrio, per continuare a migliorarci individualmente e come gruppo con l’obiettivo di  rifarci subito sabato sera contro Porto Mantovano». Buona lavoro C9Pregis! Forza ragazze, tutti crediamo in voi e vi sosteniamo!

Prima partita di campionato per i ragazzi dell'U16 maschile, giocata a Bolzano contro l'STS questo giovedì sera. Partita entusiasmante e combattuta, nella quale si sono delineati ampi margini di crescita da parte dei nostri ragazzi ma anche una buona base da cui partire per migliorarsi. Nei primi due set è regnato l'equilibrio e le due squadre si sono prese un set a testa. Nei due set successivi i nostri ragazzi sono cresciuti ma non sono riusciti a chiudere la partita, buttando via due match points. Al tie break i ragazzi del c9 non sono riusciti a esprimere il loro gioco, chiudendo con un parziale di 15-8 per i giocatori di casa. Fatali sono stati alcuni cali di concentrazione durante il match e i troppi errori in battuta. Adesso testa avanti e sempre forza C9!

Esordio casalingo con sconfitta per la prima divisione impegnata contro Solteri!
Guardando i parziali (19/25 11/25 16/25) l’incontro potrebbe sembrare a senso unico ma così non è stato. Per gran parte del primo set siamo state avanti giocando un’ottima pallavolo in tutti i fondamentali ma sul 19 pari qualcosa si è rotto e la maggior esperienza delle più quotate avversarie, unita a nostre disattenzioni e errori ha determinato il risultato.
Il secondo set è stato un monologo di marca arancio-nera che hanno messo in mostra un potenziale offensivo degno di nota . Ci si aspettava una reazione dopo la batosta del set precedente e nel terzo così è stato: le nostre giovani ragazze hanno condotto fino a metà set ma il finale è stato analogo al primo.
“Non ci resta che continuare a lavorare come stiamo facendo sicuri di essere sulla strada giusta e che anche partite con avversari del genere possano contribuire alla nostra crescita”! @ Riva del Garda

Lunedì 13 novembre si è svolto, al palavarone, il derby tra l’under 14 csi a e la c. La partita si è conclusa con il punteggio di 5 a 0 in favore dell’ under 14 a. Sebbene il punteggio possa sembrare netto negli ultimi due set la formazione c ha dato filo da torcere alla squadra di capitan De Masi sfiorando la vittoria nell’ ultimo (15/13).
”Per noi una buona gara e per le avversarie presto l’occasione di rifarsi: sicuramente daranno il massimo per le partite future!”
#YESWECAN

EVELYN #6
CORIN #15

Quest'anno militeremo nei campionati under 16 e prima divisione. L'obiettivo per l'under 16 è quello di arrivare alla finale regionale. La nostra squadra è un mix di 2002 e 2003 con degli innesti dinamici dal gruppo U14 e U18 a completare la rosa per i due campionati, mentre alcuni di noi faranno oltre all'under 16 anche la serie D giovanile, tutti uniti da un solo obiettivo: dare il massimo ad ogni allenamento per arrivare determinati, carichi e preparati a tutte le avversità che si possono creare durante una partita. La nostra squadra è determinata nel raggiungere l'obiettivo pre-stabilito, orgogliosa di giocare sotto i colori di questa maglia ed in fine esaltati da questa nuova avventura in un nuovo campionato (la prima divisione) dove incontreremo squadre composte non solo da ragazzi ma anche da adulti. Il coach ci chiede sempre di buttarci su tutti i palloni perché sono tutti giocabili. Il nostro urlo spaventerà tutti gli avversari... C9...(CiNoVEEE)! Noi siamo pronti per la nuova stagione! E voi siete pronti per sostenerci in questa avventura?!
#Forzac9
Ecco la lista degli atleti.
Fila in alto da sx: Allenatore Alessandro La Placa, Davide Iannello, Alfonso Civettini, Lorenzo Marconi, Lorenzo Lucchi, Nicolò Angelini, Alberto Vicari, allenatore Maurizio Pederzolli.
In basso da sx: Samnang Spagnolli, Ludovico Morandini, Elia Marcabruni, Matteo Boschetti, Matteo Tatarella, Nicolò Santuliana

In alto Adige le nostre ragazze hanno subito in tutti i fondamentali contro una squadra decisamente forte senza mai dimostrare le proprie potenzialità. L'unica cosa positiva è stato il gioco al centro che ha funzionato bene sulla fase break. Partita mai in discussione e brutta da vedere da parte nostra, ci rimane una sola cosa da fare.....rimboccarci le maniche, accettare la sconfitta e lavorare ancora più duramente sulle nostre debolezze, coach e ragazze insieme.
Sabato la prima in casa contro Alta Valsugana Volley squadra giovane con alcune delle ragazze della serie B, quindi da non sottovalutare assolutamente 
Work hard play harder