ADM - Terzo posto conquistato!

Cari amici, tifosi, sostenitori, genitori, fratelli e sorelle, morosi, Società presenti e passate…  terzo posto conquistato!! Chi l’avrebbe mai detto?! Questo ADM, di origini C9, ha vinto e convinto oltre ogni aspettativa. La serie D è iniziata come il coronamento di un bellissimo campionato in prima divisione e sembrava essere il punto d’arrivo  di una squadra di “non più giovani”; invece si è rilevata il trampolino di lancio per una affiatatissima e  stupenda squadra, che per un soffio non ha ottenuto la promozione in serie C. Questo è stato possibile anche grazie alla Società che ha sostenuto il nostro progetto, il Cavedine. La nostra squadra è arrivata a giocarsi la promozione in serie C a testa alta, sostenuta da un pubblico caloroso tra cui anche il direttivo del Cavedine, presente, numeroso e super agguerrito. Spesso ci siamo trovate in difficoltà per via di impegni di lavoro, tirocinio, studio, famiglia e abbiamo trovato persone disponibili ad aiutarci in palestra: Luca, Fonta, Nati, Paolo,Francesca, Sara,Nik, Gioi, Elena e tanti altri. Ringraziamo la mitica nonna Adriana, Daniela, il nostro super  dirigente Grossi, Livio, Serena e famiglia, i fotografi ufficiali, Miriam la mascotte, Davide, Gianfranco e tutti quelli che ci hanno seguito.. Un ringraziamento di cuore a Alessandro Lombardo che ci ha sostenuto, sopportato e guidato verso la promozione; senza di lui non ci saremo mai riuscite!! Per lui un’unica ma importantissima ricompensa: la gratitudine e la stima di tutta la squadra!
Sempre pronte per il prossimo SUSHI,buon estate a tutti! Ci si vede a Villa Cian: noi saremo quelle vecchie ma fortazze.
PS: anche la bellezza e la simpatia sono il nostro forte, vedi qui di seguito.

In simpatia vi voglio raccontare
le avventure dell’ADM, pronti ad ascoltare?
Si inizia ad ottobre con gli allenamenti
e fin da subito partirono i festeggiamenti.
C’è chi durante il percorso ci ha abbandonato
e chi per sfiga si è infortunato;
riporto ora le ragazze in lista
le stesse che della C erano alla conquista.
#4 è il suo numero, Clau il suo nome
la palla viaggia dalle sue mani bone;  
simpatia e divertimento le piace portare
per mesi è stata a casa a riposare.
Per fortuna in aiuto è arrivata Mellone
che gioca con astuzia ogni pallone;
palle veloci le piace giocare
alle feste afro si diverte a ballare.
Da Mori con furore Veronika è arrivata
in difese e ricezioni è superdotata.
Capelli  ricci e shatush evidente
la sua allegria è sempre presente.
Sono brava in battuta e in ricezione,
attacco ogni palla con attenzione;
se sbagli attacco ti prendo a cazzotti,
sono il super capitan Michelotti.
Sua complice e compagna è l’altra attaccante 
è mancina e una mamma smagliante;
guai a chi il suo numero le vuol rubare
con il nome Corrada si fa chiamare.
Al centro troviamo il re dei sette colli,
si tratta della ledrense Bonisolli;
polenta e capelli viola le piace portare
magari fosse brava anche a murare!
Leone, tigre, leopardo e pipistrelli
la nostra panterona è Anita Bombardelli!
Precisa in campo, scatenata in discoteca,
lo spleen è la sua casa, la mia la biblioteca.
Arianna Grossi è un altro centrale
per lei in amore nessuna rivale;
quando sbaglia battuta lei si incazza,
tira giù santi porchi di ogni piazza.
Il parallelo è la sua specialità
e di un bradipo ha la velocità;
lei quest’anno diventerà matura,
è la nostra Stefi, suora di clausura.
Lei del campo prende le misure,
lo fa anche al lavoro delle murature;
architetto Bortolotti attaccante laterale,
appiccicata al suo Luca come un marsupiale.
Dal milanese ci siamo fatte allenare,
non si tratta di Davide massaggiatore seriale ( B2)
In massaggi non si è diplomato,
per rotula e meneschi è stato ricoverato.                                                                                                         
Tecnica e tattica ci ha provato ad insegnare,
il Lomba era l’unico che ci poteva sopportare!
Forse manca qualcuno all’appello,
di lei abbiamo visto forse un capello;
le crostatine alla fine ci ha portato
per Linda la patente sarà un reato.
Scusate se ho scritto in ironia
ma tutti conoscono la mia simpatia;
braccino leggero, passo pesante
sono Cristina, l’opposto più petulante.

 

SUSHI !!