Trasferta vincente per il C9 Pregis: 3-1 su Casazza Bergamo

Su la testa e con stile. Casazza Bergamo non riesce a fermare l’intraprendenza delle ragazze di Davide di Nardo che s’impongono 3 a 1 sul suolo “nemico”. Una trasferta impeccabile per il C9 Pregis che doveva assolutamente dimostrare di essere una formazione di altro livello e che sa rialzarsi dalle sconfitte improvvise. Di Nardo lo aveva detto già in conclusione dell’infelice primo impegno casalingo. E la promessa è stata mantenuta. Molto lavoro in settimana ha ripagato, ha dato modo di mettere a fuoco i fondamentali che erano venuti meno. Lavoro fatto con umiltà. «La sconfitta casalinga di settimana scorsa ha palesato alcune nostre difficoltà, togliendoci qualche sicurezza che volevamo riconquistare subito nella trasferta contro Casazza - racconta il mister cinovino -. La partita di Bergamo è stata un buon test in cui abbiamo fatto vedere alcuni passi avanti. Credo - continua Di Nardo - che questa partita ci sia servita per ritrovare entusiasmo. C’era bisogno di soffrire e imporre il nostro gioco e lo abbiamo fatto seppure dimostrando di non avere ancora quell’equilibrio che ci permette di gestire le forze contro un’avversaria come Casazza che non ha il nostro potenziale». Sicuramente questi tre punti serviranno alla formazione rivana per ritrovare il morale ma non devono illudere le ragazze che i problemi siano superati. si dorà fare molto in termini di coesione e sviluppo di gioco. Ma la strada è giusta, i cancelli aperti, il terreno spianato. Insomma #dipendesolodalC9Pregis. «Le percentuali in ricezione non sono ancora soddisfacenti - ammette Di Nardo -. Abbiamo troppi blackout che non riusciamo a contenere e che ci sono costati il terzo set. Le sicurezze e l’equilibrio che ci mancano si acquisiscono con il lavoro in settimana e conto di riuscire a farlo già dal primo allenamento di settimana prossima (questa ndr) ritrovando le atlete che fino ad ora hanno potuto allenarsi meno». Non resta che gioire per i punti conquistati sul campo e prepararsi al prossimo scontro lavorando tutti insieme.
#Dipendesolodanoi

Articoli correlati (da tag)