Il C9 Pregis scivola in casa Rovigo

«Sabato a Rovigo abbiamo semplicemente giocato male». Davide Di Nardo, mister del C9 Pregis non cerca scuse e va dritto al punto. La trasferta rovigotta si è trasformata in una sconfitta che non vuole essere celata, ma che anzi servirà da contraltare per ripartire e mettere in funzione la formazione nel migliore dei modi. Tante sono le scusanti che attenuerebbero il risultato di questo scontro (3-0 per Rovigo), ma non è con le scuse che ci si rimette in campo. Non è trovando giustificazioni che si affronta la crescita agonistica. Si è sbagliato e prima lo si accetta prima in settimana si porrà rimedio a tutto per tornare più che competitivi, per tornare agguerriti e vittoriosi oltre le aspettative. Ed è qui che si vede la differenza. I C9Pregis, può perdere, e sa perdere, ma allo stesso tempo sa che l’errore deve essere studiato e assimilato. Da qui si riparte in settimana senza troppi rammarichi. «Le ricezione è stata ancora insufficiente - analizza Di Nardo - al servizio non siamo riusciti ed essere efficaci ne continui e in attacco abbiamo avuto una buona percentuale di positività solo con le centrali Rosà ed Enei. Le motivazioni che possiamo darci - continua il mister - per giustificare questa sconfitta sarebbero molteplici, dal palazzetto ai palloni, dagli acciacchi fisici all’abilità delle avversarie. Io credo invece che semplicemente non siamo arrivati a questa partita avendo fatto tutto quello che dovevamo per giocarla al meglio». Allora ripartire da se stessi, dal gruppo, dalla famiglia C9. «Se capiremo - sentenzia Di Nardo - che quello che è successo sabato sera è dipeso da noi e nient’altro allora torneremo immediatamente a giocare come sappiamo fare. Ci aspetta una settimana in cui ritrovare il nostro equilibrio, per continuare a migliorarci individualmente e come gruppo con l’obiettivo di  rifarci subito sabato sera contro Porto Mantovano». Buona lavoro C9Pregis! Forza ragazze, tutti crediamo in voi e vi sosteniamo!

Articoli correlati (da tag)