C9 Pregis manca di poco l'impresa contro San Vitale Montecchio

 
Lo si sapeva che sarebbe stata un’impresa non semplice, ma esserci andati così vicini a compierla lascia un senso di rammarico non semplice da affrontare. Montecchio sul campo rivano vince contro le nostre ragazze del C9 Pregis. Vince, ma non s’impone, anzi ha dovuto faticare e contare proprio sulle carenze di organico di mister Davide Di Nardo. Assenze che non vogliono essere un alibi, perché alcune frazioni di gara hanno fatto capire che il C9 Pregis può imporsi anche con un sestetto non rodato, anche faticando in settimana, anche senza le atlete di punta, perché ognuna di queste ragazze è essenziale, capace e importante per il buon esito di ogni incontro. «C’è tanto rammarico per l’occasione persa sabato sera a Varone - analizza a freddo Di Nardo -. Prevedevo che sarebbe stata difficile per le condizioni in cui siamo arrivati a disputare questa partita ma sapevamo che era possibile fare un risultato positivo e ci siamo andati molto vicini. Dopo aver perso il primo set in cui abbiamo rodato un sestetto quasi obbligato a causa delle assenze - continua il mister rivano - abbiamo progressivamente preso in mani le redini del match fino al 23-20 del quarto parziale. A quel punto è cambiato qualcosa: abbiamo abbassato la guardia sciupando un’ottima occasione dopo essere stati ad un passo da aggiudicarci tre punti importanti. Purtroppo - chiosa Di Nardo - dobbiamo fare i conti con assenze e condizioni fisiche precarie ma questo non può e non deve essere un alibi. Avevamo le qualità per fare meglio, soprattutto in ricezione e al servizio dove non siamo stati incisivi». Eppure al PalaVarone si sono viste ottime prestazioni singole e di comparto come i 16 muri punto e l’ingresso al servizio di Silvia Mattiace che ha portato le sue ad un passo dalla vittoria. «Per fare un salto di qualità - ci ha tenuto a sottolineare Di Nardo - dobbiamo mettere più attenzione e intensità in settimana anche per recuperare la condizione fisica». Adesso si deve guardare avanti, si deve pensare al lavoro settimanale, a recuperare energie e salute, lavorando unite e a testa alta.
#dipendesolodanoi

Articoli correlati (da tag)