È con grande soddisfazione che diamo il benvenuto a due importanti aziende locali che, per il prossimo biennio, hanno deciso di sostenere la Pallavolo C9 unendosi al nostro pool di sponsor.

In un momento difficile come l’attuale, per la società si tratta di un riconoscimento del buon lavoro che si sta portando avanti e di un’ iniezione di fiducia per la stagione che sta per iniziare.

AGVAGV Broker è un’azienda giovane, in forte espansione, che interpreta in modo moderno il concetto di copertura assicurativa e che si propone come partner affidabile sia per le aziende che per i privati. A breve avremo modo di illustrarvi i servizi proposti e le opportunità esclusive che AGV riserverà a tutti noi, anche nel ramo risarcimenti danni attraverso la consociata ALLSERVICES.Allservice

Nel frattempo, sottolineiamo la rilevanza di una collaborazione che, per impegno economico, pone AGV Broker tra gli sponsor principali, insieme alla Cassa Rurale Alto Garda.

pregisLa seconda new entry è PREGIS, azienda leader nella grande distribuzione alimentare a servizio della ristorazione, che fa capo alla famiglia Gentilini.

Da sempre a fianco delle società sportive e degli atleti di maggior rilievo dell’Alto Garda, non poteva mancare tra i sostenitori della Pallavolo C9. Da questa stagione il marchio PREGIS troverà posto sulle divise dei nostri liberi, per sottolineare ancora una volta la “libertà di scelta” che PREGIS da anni garantisce ai suoi numerosi clienti.

Da parte nostra, confermiamo l’impegno di dare sempre maggior attenzione ai nostri sponsor: l’obiettivo è quello di creare “una rete sottorete”, un network di aziende tra cui scegliere sapendo che è giusto dare fiducia a chi aiuta e sostiene la diffusione dello sport!

 

mLogo-Merry-Christmas-by-KinderSport-2011Cambio di programma per la festa di Natale del minivolley prevista per domenica 18 dicembre nella palestra di Varone: la mattina, a partire dalle 9.30 fino a mezzogiorno, sarà riservata ai più grandi (i nati dal 2001 al 2003) mentre nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 16.30, scenderanno in campo i piccoli del 2004 e 2005.

Per il resto, tutto confermato; vi aspettiamo carichi di entusiasmo!

Modalità di gioco torneo “Merry Christmas by Pallavolo C9”

Edizioni Natale 2011

 

Nati

Numero giocatori in campo

Gioco

Particolari

2004/05

1 contro 1,

squadre da 2 giocatori

Fermata o al volo. Nome del gioco “Palla bloccata a giro”

Un azione di presa e lancio e quindi cambio con il compagno

2002/03

2 contro 2

Squadre da 2 o più giocatori

Solo al volo

Battuta lanciata o dal basso

2001

3 contro 3

Squadre da 3 o più giocatori

Solo al volo

 

 

I più abili possono giocare fuori dalle loro età.

 

Trasferta in giorno di festa per le ragazze della serie C, che vanno in quel di Zambana ad affrontare il Lavis di Zucchelli. Le altre partite della sesta giornata di campionato sono già state giocate nelle due giornate precedenti e i risultati ci anticipano che le big hanno tutte vinto. Non che l'obiettivo per le ragazze di Angelini fosse diverso, ma sicuramente c'è una motivazione in più a conquistare l'intero bottino. Alle 20 ha il via la gara. Dopo le due giornate scontate di squalifica rientra Giorgia Corradini e la rosa è al completo. Ecco quindi la formazione schierata: le sorelle Corradini in diagonale palleggiatore-opposto, Tomasini e Lever di mano, Enei e Rosà al centro con Manno libero. 
Il primo set è caratterizzato da un po' di sofferenza in ricezione che permette gioco facile al muro trentino. Sottotono anche la difesa arcense che non riesce a prendere le misure con la buona manualità delle bande. A metà gara un buon turno in battuta delle nostre ci riporta in parità (15-15), ma non c'è ancora l'atteggiamento giusto in seconda linea. Sul finale entrano Vivaldi su Lever, Colò su Elisa Corradini e Giuliani su Manno. Le ragazze di Zucchelli, più determinate, la spuntano vincendo il primo set per 25-20.
Nel secondo parziale sono confermate Vivaldi, Colò e Giuliani. Partenza sicuramente più grintosa delle gardesane. Più efficace la diade muro-difesa e questo consente di rigiocare ogni palla. Le nostre conquistano un buon vantaggio che mantengono per tutto il parziale chiudendo per 20-25.
Il terzo set vede una partenza scoppiettante con le nostre che si portano subito sul 2-7. Poi un black out in ricezione obbliga un gioco scontato in palla alta e le lavisiane si riportano sotto per 7-8. Rientra Lever su Vivaldi per dare una mano in ricezione. Corradini e compagne ritrovano la bussola e conducono il gioco chiudendo 18-25. Nel quarto parziale le nostre sono sempre sotto di un paio di punti, si portano in parità solo a metà set. Vecchi entra su Rosà per dar man forte a muro e fa bene il suo compito. Mette subito a terra anche un primo tempo. Sulla P4 si bloccano le cinovine. Il coach chiama il doppio cambio. Un buon muro ancira di Vecchi e un attacco di Tomasini su palla super data dall'opposta Corradini ci riportano in parità. Sul 22 pari richiuso il doppio cambio. Con Corradini al servizio le cinovine si portano sul 22-24 ma non riescono a chiudere. Si va ai vantaggi con le nostre che hanno sempre la fase di match point dalla loro. Sul 25-26 entra Simonelli al servizio su Enei che con uno splendido ace regala la vittoria alle compagne. Tutte le ragazze in campo e tre punti importantissimi messi in cassaforte.
Ancora una trasferta per le nostre, che sabato vanno a Pergine per affrontare la matricola di Giuliani. 

 

Il Centro di Qualificazione Regionale, nel ambito del programma di qualificazione riservato ad atlete degli anni 98 e 99, ha organizzato due incontri zonali di selezione nelle giornate di domenica 27 novembre e domenica 4 dicembre. A questi appuntamenti hanno potuto partecipare tutte le atlete che, per requisiti fisici o tecnici, siano state ritenute dai tecnici delle società di possibile interesse o meritevoli per l'attività di qualificazione regionale. 

Alla giornata del 4 dicembre, che tra l'altro si è svolta nella palestra dell'Istituto Alberghiero di Varone, hanno partecipato alcune ragazze della nostra under 14 femminile accompagnate dalla seconda allenatrice Girogia Corradini. Alison, Carolina, Giulia, Ilenia, Stefania, Laura, Linda, Arianna e Sara si sono allenate per due ore e mezza sotto gli occhi vigili dei cinque tecnici della rappresentativa e di altrettanti tecnici delle altre società. Ma non erano sole. 36 giovanissime pallavoliste hanno messo in campo le loro capacità e altrettante lo hanno fatto la domenica precedente. Tra tutte queste giocatrici i tecnici hanno dovuto fare una scelta. Da circa 70 atlete il gruppo si riduce a 28 atlete che sabato 18 dicembre potranno proseguire con l'attività di qualificazione regionale.

Ecco che tra le convocate spuntano i nomi delle nostre:
-Bonisolli Ilenia
-Grossi Arianna
-Vassiliadis Stefania.

Giulia Maino e Linda Graniero, già convocate una decina di giorni fa  per l'appuntamento con la rappresentativa del 1997, faranno comunque parte anche del gruppo del 1998. 

Nei prossimi mesi verrà selezionata la squadra definitiva che rappresenterà la nostra provincia e che parteciperà alle manifestazioni riservate alla categoria, e cioè il Torneo del Lago e il Trofeo delle Province Venete.

Non devono disperare le altre ragazze. Come detto dagli allenatori, le atlete non scelte non devono prenderla come una bocciatura. Vista la giovane età, ci saranno tante altre occasioni per farsi conoscere.

Complimenti da tutta la società alle nostre atlete!

Meglio di così la pallavolo C9 non poteva proprio aspettarsi per questo ricco weekend pallavolistico. 

La magia inizia già mercoledì sera, con l’anticipo della quinta giornata di prima divisione. Le ragazze di coach Turrini conquistano i primi tre punti della stagione superando in quattro set il Sopramonte. Buona prova di tutte le ragazze che finalmente trovano lo spirito giusto e riescono ad esprimere al meglio il loro gioco. Michelotti e compagne gestiscono bene tutta la gara, chiudendo sempre con un discreto vantaggio, se non per il secondo set, perso comunque ai vantaggi. Vittoria importante che da sicuramente morale a tutta la squadra per continuare il lungo campionato.

Terza vittoria consecutiva anche per l’under 14 femminile di Bertamini che ha vita facile in quel di Meano contro la Dolasiana. Netto tre a zero che permette all’allenatore di dare spazio all’intera rosa.

Continua la serie positiva con la vittoria dell’under 15 in una combattutissima partita contro la Val di Non che termina per 3 a 2. Quinto set vinto con un netto 15-7 con le ragazze di Ferrari determinate più che mai a conquistare la posta in palio.

Arriviamo allora alle prime squadre. La serie D di Giulio Angelini conquista i primi tre punti della stagione dopo una buona prova di gioco e determinazione contro le giovani atine. Netto 3-0 che fa fare un salto in classifica e permette di avere già tre squadre dietro. Soddisfatto il mister della prova di tutte le ragazze che hanno saputo guidare il timone della partita fino alla fine.

Dopo due KO consecutivi torna alla vittoria anche la squadra di Marco Angelini che supera in quattro set la Pallavolo Rovereto. Ancora priva di Giorgia Corradini, la C femminile parte un po' sottotono e permette alle lagarine di gestire il gioco. Dopo queste due difficili settimane c'è bisogno di una vittoria e le ragazze lo sanno. Cambia l'atteggiamento, si  sistemano muro e difesa e si lotta su ogni palla e il gioco è fatto. Dopo una falsa partenza che permette al Rovereto di portarsi sullo 0-1 le gardesane tirano fuori gli artigli e conducono nettamente il resto del match. Qualche esitazione sul finale di gara fa preoccupare il pubblico, ma il quarto set è vinto ai vantaggi e i 3 punti messi in cassaforte. 

Grande spettacolo anche per la serie C maschile di Crò che, dopo il colpaccio di martedì sul Coredo, espugna anche il campo di Lana in cinque combattutissimi set. Cinque punti guadagnati nelle due gare sulla carta più difficili del torneo. Questo ci fa capire quanto valgono i nostri ragazzi. Soddisfatti squadra e l'allenatore, anche se resta un po' di rammarico per un punto lasciato agli altoatesini, in quanto la partita poteva essere chiusa al quarto set. 

La serie di vittorie prosegue con quella di under 13 e under 16 femminili nella mattinata di domenica. 

Cade l'under 13 femminile di Angelini che gioca comunque la sua miglior partita contro le ragazze di Storo, sicuramente più in confidenza con il campo di 81 metri quadrati. Stessa situazione per la 13 maschile di Tamburini che perde in casa con il Volano giocando comunque un'ottima gara. La terza ed ultima sconfitta in casa C9 per questo weekend è quella dell'under 16 maschile di Angelini Marco che si fa superare in soli tre set poco combattuti dalla pallavolo Rovereto. 

Ma la magia non è ancora finita. Domenica sera c'è stato l'esordio casalingo della prima divisione maschile, allenata ancora da Tamburini, che si è mangiata in tre set la Tremalzo Ledro Volley. Il miscuglio di giovanissimi e "vecchietti" regala grandi emozioni al pubblico del Palacapitelli, al completo per il grande evento! 

Complimenti a tutti e forza C9! 

 

Come avrete potuto notare leggendo gli articoli sulla stampa locale o navigando nella sezione Volley del sito www.sportrentino.it, quest’anno la Pallavolo C9 si presenta al via nei campionati provinciali Under 18 abbinando il proprio nome a quello di due importanti realtà pallavolistiche provinciali. Nel campionato femminile, è stata iscritta la squadra ATA-C9 mentre in quello maschile l’ARGENTARIO-C9.

Si tratta di un primo risultato nell’ambito di un rapporto di collaborazione al quale la Pallavolo C9 sta lavorando con entusiasmo. Potersi confrontare con società di grande tradizione, accumunate dall’attenzione nei confronti del settore giovanile, e costruire con le stesse una rete di rapporti costituisce un’opportunità di crescita che non possiamo non cogliere.

Perché collaborare non significa solo scambiarsi i giocatori o dare vita a formazioni miste ma anche organizzare allenamenti congiunti, promuovere incontri collegiali tra gli allenatori, progettare nuovi eventi e avere più forza nell’interloquire con le istituzioni e con gli enti pubblici.

Inoltre, ci consente di elaborare nuove strategie di marketing e di offrire più spazi e maggior visibilità alle aziende che ci sostengono, raggiungendo aree diverse da quelle in cui operiamo d’abitudine.

Grazie alla nostra storia, alla nostra organizzazione e ai nostri numeri stiamo quindi portando avanti questi ragionamenti con società di grande livello come la Trentino Volley, l’Anderlini Modena, l’Ata Trento, l’Argentario e contiamo di raccoglierne a breve i frutti.

Seconda vittoria per le ragazze della prima divisione di coach Turrini e questa volta a farne le spese è il Fornace. Dall'assordante frastuono di tamburi del palazzetto le nostre escono con il bottino pieno. Partita non entusiasmante che vede le gardesane portarsi subito in testa con il primo set, vinto per 21-25. Il secondo parziale è tutto delle padrone di casa che sembra riaprano la partita chiudendo per 25-19. Più emozionante e combattuto il terzo set. Giocato tutto punto a punto e chiuso ai vantaggi per 25-27con Michelotti e compagne più salde sul finale. Sicuramente importante l'ultimo parziale, con le atlete del Fornace traballanti in ricezione. Le cinovine mettono in campo qualcosa in più e si dimostrano efficaci nei fondamentali di muro e difesa. Il match si chiude per 13-25. MVP della serata sono sicuramente Serena Avancini al centro e Elena Fuerler nel ruolo di libero, protagoniste di un'ottima prova.

 

Il posticipo del campionato di serie C maschile ha messo in scena un grandissimo spettacolo.

La corazzata di Giandonato Fino scende in busa per portarsi a quota 12 in classifica, ma deve fare i conti con i ragazzi di Crò, motivati più che mai a vendicare un inizio di campionato un po' altalenante.

Al Palacapitelli c'è l'atmosfera giusta per sostenere i ragazzi nella super sfida: tutto esaurito tra allenatori, giocatori e super appassionati. 
Il coach schiera Crò al palleggio con Lasagna opposto, Divan e Grazioli di mano, Bertamini e Tonoli al centro con Pelosi libero. Partenza insicura dei nostri che non osano molto contro i campioni dell'AGSAT Molveno, forse un po' intimoriti dal calibro della sfida. Dopo i primi punti però i padroni di casa prendono coraggio ed iniziano ad essere ficcanti al servizio. Questo permette alla squadra di essere efficace, o meglio impeccabile, nella diade muro-difesa. Non bastano quindi gli attacchi di Vecchi, Agazzi e Bristot per placare i nostri che non sbagliano un colpo e dopo un buon recupero chiudono il primo set per 25-23 con un super attacco del solito ottimo Divan. Ecco che tutti si aspettano la reazione dei campioni. La reazione però non arriva e i nostri non sbagliano il secondo set. Mister Crò si siede in panchina e lascia dare letteralmente spettacolo ai suoi ragazzi, uniti verso lo stesso obiettivo. Non è un sogno, ma pura realtà, Lasagna e compagni si portano sul 2-0 con un nettissimo 25-14 e mettono un punto prezioso in cassaforte.

Il terzo parziale vede Fontanella e Vivaldi sostituire gli ottimi Crò e Grazioli. Prova importantissima per i due giovani che si fanno trovare più che pronti in un momento cruciale della partita. I compagni danno loro una mano continuando a sferrare muri ad Agazzi e soci e a mettere palle a terra con continuità. Set equilibrato fino al 19-19, poi la squadra fa la differenza e il C9 prende il sopravvento. La battuta velenosa di "Veleno-Cuba" chiude il match per 25-22.

Tre punti bellissimi che danno morale in vista della super sfida esterna di sabato contro il Lana Raika. 

Non c'è MVP, lo è l'intera squadra, che è stata tale dall'inizio a fine gara. Tutti hanno giocato per gli altri ed è stata questa la chiave della gara che ha permesso di superare questi grandissimi campioni della pallavolo. Uomo in più in campo è stato certamente il pubblico: competente, numerosissimo, motivante e mai sopra le righe. Come a noi gente di Sport (con la S grande) piace.

Bravi ragazzi, tutti i 200!

"Per vincere non basta essere bravi, bisogna avere più determinazione degli avversari"

Al cospetto di una foltissima platea riunitasi presso il PalaLevico di Levico Terme, il tecnico bulgaro ha parlato per circa mezz’ora di gestione e spirito di gruppo: “Dietro ogni successo c’è stato un lavoro importante, non solo tecnico ma anche mentale – ha detto fra le altre cose Stoytchev : per poter stare così tante ore in palestra ad allenarsi assieme è importante che tu ti senta bene in spogliatoio ed in armonia con il resto del gruppo. E’ per questo che tante volte durante gli ultimi anni abbiamo preferito cambiare giocatori e cercarne di nuovi, che però condividessero pienamente la nostra filosofia. Non basta essere bravi, bisogna avere più voglia di vincere degli avversari e fare gioco di squadra sempre, in qualsiasi situazione. Per far sì che le cose vadano come desideriamo in palestra dobbiamo essere veramente uniti, disposti a fare sacrifici ed allenarci più degli altri. Ormai tutti gli avversari lavorano bene durante la settimana; la differenza sta nel prepararci più a lungo ed essere disposti a sacrificarci per emergere. Il mio obiettivo è da sempre quello di fornire ai giocatori gli strumenti giusti, fra fisico, tecnica e tattica, per far sì che loro arrivino al momento della gara con delle certezze. Quando un atleta arriva preparato ad un appuntamento si sente anche più forte dal punto di vista mentale e riesce a tirare fuori il meglio del proprio repertorio”.
Quando parlo di gruppo non mi riferisco ovviamente solo ai quattordici giocatori che scendono in campo – ha aggiunto il tecnico bulgaro - ; parlo anche dello staff tecnico, medico ed organizzativo che c’è alle spalle di una squadra e che durante il corso di questi anni abbiamo costruito assieme al Presidente ed al General Manager. A me piace lavorare con gente che mi fornisce delle risposte, non con chi mi propone solo delle domande”.


Tratto dal sito di Trentino Volley S.p.A.
Ufficio Stampa

Francesco Segala 

Trasferta in quel di Bolzano per le ragazze di Angelini. Il coach deve fare a meno della palleggiatrice Giorgia Corradini, fuori per squalifica per due turni. Questa quindi la formazione, Chiaratti in regia con Corradini E. opposta, Simonelli e Lever di mano, Rosà ed Enei al centro con Giuliani libero.  Partenza traballante delle nostre che non riescono ad essere incisive al servizio, anzi tutt'altro. Palestra troppo grande per le gardesane che non riescono a prendere le misure, sono veramente troppe le battute sbagliate. Nella prima decade entra Tomasini su Simonelli che non riesce ad essere incisiva in attacco come al suo solito. Il recupero dall'infortunio di sabato scorso di Tomasini non basta alle nostre per recuperare la partita. Nemmeno l'alternanza dei liberi in ricezione e difesa da sicurezza in campo. Sul 20-12 Angelini chiama tempo e cerca di spronare la squadra. Buon turno in battuta di Lever sul 22-12, ma è troppo tardi. È proprio un errore in battuta di Rosà che regala il 25-19. Secondo set fotocopia del primo con troppi errori in battuta che permettono alle ragazze di Agosti di prendere il largo.  Sul 8-3 entra Vivaldi su Lever, ma purtroppo la musica non cambia. Le padrone di casa incrementano il vantaggio 11-4. Confusionaria e poco efficace la diade muro-difesa. Sul 15-9 il coach inserisce Colò su Corradini Elisa. Un buon attacco della nuova entrata fa sperare in una reazione, ma non è la giornata giusta. Secondo set chiuso dalle altoatesine per 25-14. Il terzo parziale parte con un blackout delle arcensi che lasciano scappare il Neugries sul 6-1.  Buona la reazione. Le cinovine si portano sotto per 6-5 e per la prima volta l'allenatore bolzanino è costretto a chiamare time-out. Ace di Chiaratti dopo il break. Le avversarie iniziano a subire qualcosa in ricezione. L'ace di Enei regala per la prima volta il vantaggio, 10-9. Vantaggio che è ben tenuto fino al 12-13. Poi qualcosa è mancato, la reazione si è spenta, un netto parziale di 13-2 regala la vittoria alle padrone di casa, ciniche in tutta la gara e impeccabili in difesa, anche sul 24-14 a loro favore. Secondo stop consecutivo per la C femminile, ma la strada è ancora lunga e ricca di grandi ostacoli, quindi ragazze rimbocchiamoci le maniche e andiamo a riprenderci il posto che ci spetta.