LE LEMEN DANNO FILO DA TORCERE AL C9 PREGIS
 
Non è andata come si sperava. Le avversarie del Lemen Volley hanno infranto il desiderio di vittoria cinovina sotto lo sguardo attento del pubblico di casa vincendo per 3 a 0. Ed è forse questa la delusione più grande, quella di non aver regalato la prima vittoria casalinga; al resto una soluzione si trova. «Usciamo dal campo delusi. La partita è stata intensa, contro un avversario forte e ordinato ma sapevamo che sarebbe stata difficile». Non usa mezze parole mister Davide Di Nardo. La sua è un’analisi asciutta e incentrata ai fatti che non devono essere negati, ma che anzi devono diventare materia di studio e di allenamento per formare una squadra che sappia reagire a ogni avversario e mettere in campo quella passione e quella grinta che solo il C9 Pregis è capace di generare. «Sicuramente - continua il mister - l’impossibilità di allenare alcuni fondamentali di squadra durante la settimana non ci ha permesso di arrivare preparati adeguatamente a questa partita. Non dobbiamo farne un dramma, questa partita ha messo in luce alcuni dei nostri limiti sui quali dobbiamo lavorare per riuscire a sviluppare il nostro gioco e le nostre potenzialità». E allora al lavoro. In palestra, unite più di prima perché una sconfitta non è la fine. È più che altro una leva. Una di quelle situazioni da cui ripartire concentrati e convinti, diventare più organici e uniti; e si vedrà come poco a poco quella leva darà il suo effetto e come ogni buona leva, riuscirà a sollevare il mondo. «Questa serata - ricorda Di Nardo - ci ha dato tanti spunti per il lavoro che ci aspetta, una nota positiva è sicuramente la prova di Nicole Raffaelli che, entrata al posto di Vivaldi, ha dato sfoggio delle sue qualità, riuscendo a scardinare la difesa bergamasca. Anche lei dovrà migliorare, evitando di perdere concentrazione nel finale di set, ma nel complesso sono contento della sua prestazione».
Nello sguardo di tutti rimane la consapevolezza che pur non avendo espresso al meglio il miglior gioco del C9 Pregis si sarebbe ugualmente potuto capitalizzare di più facendo propri il primo e il terzo set. «Il motivo per cui non ci siamo riusciti - chiosa Di Nardo - è dovuto al lavoro che non abbiamo potuto svolgere in allenamento quindi sono sicuro già settimana prossima potremo migliorarci».
Ancora una volta #DIPENDESOLODANOI
 
Sebbene i ragazzi della D C 9 Cosmi Group sabato sera non abbiano disputato la loro migliore partita in Coppa Trentino contro i loro pari età della C del Volano (sono stati superati in 3 set con i seguenti parziali 25 – 14, 25 – 17, 25 – 11), l'incontro è stato un bel momento di sport.
La partita in se stessa ha  come sempre dimostrato che i nostri ragazzi sono  una squadra dal potenziale interessante ma che ha anche  una evidente fragilità caratteriale che li penalizza nei momenti decisivi: soltanto il percorso tecnico che stanno portando avanti riuscirà a farli maturare caratterialmente. 
Ma il match è stato molto bello in quanto ha dimostrato come si può essere amici anche se avversari: infatti, prima e dopo la partita i nostri ragazzi hanno scherzato, giocato, scambiato opinioni con i ragazzi del Volano in un clima goliardico e di serena amicizia. Ecco lo sport che noi tutti vorremmo.

Rovereto, in casa del Lagaris di serie C le nostre ragazze sfoderano una prestazione convincente riscattandosi così della brutta sconfitta contro il Sopramonte di martedì. Tutte hanno dato il proprio contributo giocando con molta più concentrazione e molti meno errori della partita precedente. Un complimento particolare va alla piccola Martina Bortolotti classe 2003 che buttata nella mischia in un momento difficile si prende la squadra sulle spalle e la guida con saggezza contribuendo così alla vittoria del terzo set, dimostrazione dell'ottimo lavoro svolto dai tecnici dell'under 16. Martedì aspettiamo la terza squadra del Lagaris di serie D in casa e anche genitori amici per il tifo. Work hard play harder 	  </div>
	  
		<div class=

Seconda partita di campionato per le ragazze di mister Davide Di Nardo e il suo C9 Pregis che questa sera affronterà Lemen Volley Almenno (Bg). Prima partita sotto gli occhi del proprio tifo, in casa propria e quindi con l’emozione di non deludere e di fare bene. Ma l’ospite è insidioso e molte sono le incognite. Di sicuro una serata di bella, bellissima pallavolo per il nostro C9 Pregis. «Stasera sarà molto impegnativa - ha annunciato Di Nardo all’alba dell’incontro -. La squadra che affronteremo ha tanti punti di forza e servirà tutta la nostra determinazione e la nostra qualità per confermare la buona prestazione di settimana scorsa. A complicare la situazione - continua il mister - ci sono state le defezioni in settimana di quasi mezza squadra. Fortunatamente ieri sera tutte le ragazze si erano recuperate. Dovremo comunque sopperire con l’entusiasmo - ha sottolineato di Nardo - alla mancanza di allenamento». Poco male, adrenalina e tensione potrebbero essere le carte giuste per trovare la determinazione necessaria a imporre il proprio ritmo di gioco. Di certo il Palavarone sta aspettando con entusiasmo la ripresa delle battaglie delle nostre guerriere targate C9 Pregis nel proprio palazzetto sportivo, a casa. Insomma, questa sera tutti a dare manforte alle nostre e che sia una serata di vera, alta, splendida pallavolo cinovina!

Partita di assoluto interesse quella giocata mercoledì in casa nel turno infrasettimanale di Coppa Trentino dai nostri ragazzi della D C9 Cosmi Group contro i pari età della Trentino Volley, formazione che milita in serie C.
Il confronto importante non per il risultato (la nostra formazione è stata superata per 3 – 0 con i seguenti parziali 25 – 21, 25 – 16, 25 – 12) ma soprattutto per il confronto con una squadra avversaria giovane con un potenziale tecnico di assoluto rilievo noto anche oltre i confini regionali.
I nostri ragazzi hanno disputato un buon match tenendo bene il confronto con i quotati avversari per buona parte dei set però purtroppo mancando nei momenti decisivi: comunque un buon test di avvicinamento al campionato.

Buona la prima, è proprio il caso di dirlo. Per la prima partita di campionato e prima trasferta stagionale in quel di Pergine contro un’agguerrita Alta Valsugana, le ragazze di Davide Di Nardo non sbagliano e vincono 3 - 1. «È stato un esordio felice - ha dichiarato il mister dopo l’incontro perginese -. Proprio quello che speravamo di ottenere per dare il via a una stagione che si trova in un’annata molto particolare in cui festeggiamo i 40 anni della società e che ci vede rinforzati rispetto allo scorso anno. Sapevamo - continua Di Nardo - di godere dei favori del pronostico contro le giovani dell’Alta Valsugana e questa per noi è una novità, il passaggio da “la sorpresa del girone” a testa di serie è spesso critico perché richiede la capacità di sopportare le pressioni che inevitabilmente avremo dovendo confermarci ad ogni partita». Insomma tante aspettative, tante conferme da mettere in campo giorno dopo giorno. Il primo passo del C9 Pregis è stato positivo.  «L’approccio alla partita è stato ottimo - analizza il mister - con la giusta intensità e determinazione da parte di tutte le ragazze. Tecnicamente non siamo stati impeccabili, ci serve più qualità in ricezione e difesa ma soprattutto al servizio, in questo fondamentale siamo stati molto fallosi e sappiamo fare molto meglio». Dove invece le ragazze hanno davvero fatto la differenza è stato l’attacco: Rebecchi ha ottenuto un ottimo 63% di positività e anche le tre centrali Rosà, Enei e Fontanari hanno avuto ottime percentuali, questo è un buon indice di qualità. «Ora - chiosa Di Nardo - ci aspetta la prima in casa contro Almenno, squadra ostica che ci darà del filo da torcere, noi dovremo continuare a costruire la nostra identità di squadra con l’obiettivo di trovare l’equilibrio che ci permetterebbe di sviluppare tutto il nostro grande potenziale». Ora #DIPENDESOLODANOI

Sabato 14/10/2017 è partita l’avventura della compagine under 14 maschile che al PalaFloriani ha inaugurato la propria stagione con una vittoria contro gli avversari della Promovolley di Trento.

Il risultato, mai in discussione, tranne che per la prima parte del primo set e dei primi punti del secondo, ha consentito a tutti di “assaggiare” il campo già alla prima di campionato.

Il gioco è ancora in embrione ma quel poco che si è visto fa ben sperare per un futuro sicuramente migliore.

La neo-assemblata truppa 2004 ha reagito con entusiasmo, dedizione e applicazione all’impatto con la nuova categoria dimostrando grande volontà ad affrontare da subito le novità da essa imposte.

Un plauso a Marco e Giacomo che nel nuovo ruolo loro assegnato hanno ben figurato guidando la squadra con inaspettata autorevolezza.

Piacevolissime conferme sono arrivate da Sam, Seba e Ludovico. Tutti gli altri, a partire da Matteo e Luca per continuare con Michele ed Ergan, hanno offerto una prova che da sicurezza per il prosieguo della stagione.

Da citare, infine, la buona presenza di Leonardo, ultimo arrivato in casa C9, che al centro della rete ha già fatto sentire la sua presenza.

Complimenti e …arrivederci a Cembra!

Negli anni si è trasformato in un appuntamento immancabile, a cui teniamo in modo particolare: ci riferiamo all’aperitivo che il miglior cocktail bar di tutta la Busa offre alle squadre maggiori del C9! 
Venerdì sera ci siamo quindi ritrovati con allenatori, atleti e atlete che disputeranno i campionti di serie B2, C e D per un brindisi benaugurante e per sentire, dalla voce del presidente, cosa si aspetta il direttivo dalle sue squadre più rappresentative. Per tutte le compagini (C9 PREGIS in B2F, C9 BINETWORK in DF, C9 CBA GROUP in CM, C9 COSMI GROUP e C9 ESPERTI in DM) l’obbiettivo è lo stesso: play off. D’altra parte i nostri primi quarant’anni meritano di essere celebrati continuando a puntare sempre più in alto!

E prima di chiudere, un ringraziamento particolare al nostro amico Leo Veronesi, titolare del Riva Bar, che oltre a sostenerci aderisce anche alla Lotteria del C9 e ci accoglie sempre, con i suoi splendidi ragazzi, nel migliore dei modi!

Sabato i ragazzi della D C9 Cosmi Group sono stati sconfitti in tre set (25-9, 25-13, 25-12) da un'altra delle compagini che si contenderanno la promozione in serie B: l’Argentario.
Dopo aver subito per buona parte del primo set l’avversario più per  timore riverenziale che per il maggior tasso tecnico dell’avversario, nel corso della partita la nostra giovane squadra è cresciuta mostrando anche un bel  gioco a dimostrazione  del buon lavoro fin qui svolto.
Insomma, per i nostri ragazzi il match, sebbene pesante nel risultato, è stato un ulteriore tassello per la loro crescita in vista del campionato di serie D che si apprestano ad affrontare.

PALLAVOLO C9 A PERGINE CONTRO ALTA VALSUGANA - PRIMA DI STAGIONE - QUESTA SERA

Si torna in campo, si riparte con la stagione agonistica 2017 /2018. Per il C9 Pregis è un nuovo inizio, un inizio che non può prescindere dal tenere costantemente presente che questo è il 40esimo anno della società. Quarant’anni di storia, di pallavolo, di allenamenti, di gioie e dolori, ma soprattutto quarant’anni di passione oltre ogni immaginazione. Questo lo spirito con il quale le ragazze andranno a Pergine, nella prima trasferta stagionale, a dare il via a questo campionato. Stasera il C9 Pregis inizia una nuova avventura che siamo certi farà storia. Un anno importante, una stagione importante e le ragazze di Di Nardo lo sanno. Il mister lo sa: «Questo è il quarantesimo anniversario della società - ribadisce il coach - e ci tiene a fare un’annata speciale. Lo ha dimostrato anche durante l’estate facendo scelte importanti, tenendo tutti i pezzi pregiati e inserendo cinque innesti di qualità». Sì, perché tra le fila rivane arriverà Francesca Fontanari in fase di sottoscrizione del passaggio al C9 Arco Riva. «Lei - ha raccontato Di Nardo - al centro in B2 può fare la differenza». Con lei Silvia Mattiace che al palleggio è un altro elemento di qualità che dà tanta qualità in settimana, durante gli allenamenti, e che, nell’eventualità di un qualche problema del capitano Giorgia Corradini potrà tenere il campo senza problemi. Arriva anche Nicole Raffaelli. «Lei - spiega il mister - è un talento giovanissimo e in attacco è davvero capace. Abbiamo - continua - promosso, inoltre, in prima squadra due ragazze del vivaio del 2000 che ho avuto il piacere e la fortuna di crescere personalmente e che stanno tutt’ora crescendo molto bene». Stiamo parlando di Sara Pellegrini e Angelica Chistè. «Con loro - insiste Di Nardo - la rosa diventa molto competitiva». 
Allora si parte questa sera, contro un Alta Valsugana neopromossa che non deve essere sottovalutata. Una squadra che ha nel proprio organico giovani di talento e che collabora con Argentario. Insomma, occhi aperti perché quella di questa sera, prima partita di campionato, prima trasferta non sarà certo una passeggiata. «Partiamo da dove abbiamo finito l’anno scorso e quindi le prospettive sono buone - rassicura il mister - Della passata stagione è stato molto bello quello che abbiamo fatto, ma non possiamo pensare di vivere di rendita, bisogna metterci del nostro per ritrovare equilibro e trovare la squadra soprattutto con i nuovi elementi». Si inizia subito con un derby. «Noi abbiamo i nostri problemi di presenza assenza causa lavoro delle atlete - ha ammesso Di Nardo -. Questo è il nostro limite, ma se troviamo l’amalgama giusto possiamo e dobbiamo essere pericolosi. Andiamo a Pergine con convinzione e per fare bene». Per quanto riguarda le convocate unica assente, proprio per problemi di lavoro sarà Gloria Manno, tornata in casa C9. «Noi siamo carichi - chiosa Di Nardo -. Andiamo a Pergine più che certi di fare bene».
#c9pregis #altavalsugana #primadistagione #intrasferta